Contenuto riservato agli abbonati

La professoressa, il parroco, il campione di basket: positivi al Covid, le storie delle ultime vittime in provincia di Udine

UDINE. In Friuli domenica 29 novembre il Covid si è portato via altri sedici cittadini. Una lunga scia di dolore e di addii che si sono registrati nelle case di riposo e negli ospedali della regione. Non c'è stata la possibilità di un ultimo saluto ai propri familiari, di un abbraccio a un figlio, a una moglie, a un marito. Da soli, a distanza. Ecco chi sono le ultime vittime e le loro storie.

Remanzacco

La comunità di Remanzacco piange un’altra vittima del Covid-19, il 72enne Pio De Marco, già consigliere comunale e figura molto nota sul territorio.

Per tutti era Pio Olèm, soprannome che lo accompagnava da sempre, contribuendo ad accrescere il senso di appartenenza «al paese di una volta, a quella comunità che si ritrovava e viveva la sua quotidianità in maniera profondamente diversa da oggi», osserva il sindaco Daniela Briz, rilevando «con profonda tristezza» che «il tessuto sociale della Remanzacco di un tempo si sta pian piano sgretolando». Qui i dettagli.

Torviscosa
Era il mito della pallacanestro torviscosina degli anni d’oro. Era un punto di riferimento per molti giovani appassionati di basket. Era il pivot per eccellenza: nessuno più forte di lui. Stefano Paino è mancato improvvisamente, domenica 29 novembre, a 63 anni, nella sua abitazione del rione Fornelli, a Torviscosa. Era positivo al Covid.

Stefano Paino lascia nel dolore la moglie Paola, e i figli Asia, Massimiliano e Matteo, tutti profondamente colpiti dalle centinaia di attestazioni di affetto e stima ricevute. Paino, che aveva lavorato alla Caffaro di Torviscosa, era molto conosciuto e benvoluto in paese, dove tutti lo stimavano per quel suo sorriso di persona per bene. Ecco il suo profilo.

Martignacco
Si è spento monsignor Efrem Tomasini che da quattro anni viveva alla Fraternità sacerdotale, casa che accoglie i religiosi più anziani e che ha sede a Udine, in via Ellero. Anche lui, come la maggior parte degli altri ospiti (domenica 29 erano 20 su 24), era risultato positivo al Covid.

Poco più di un mese fa, il 25 ottobre, aveva compiuto 94 anni. Di questi ne aveva passati 50 alla guida della parrocchia di Martignacco, che ora lo piange insieme alla Arcidiocesi tutta e ai suoi cari. Lui, originario di Villanova di San Daniele, era terzo di 12 figli. Qui l'articolo.

San Daniele
Ha abbracciato quasi un secolo di storia la vita di Maria Teresa dall’Asta Agostinelli, mancata a 92 anni. Insegnante di lettere alla scuola media Fermi, era stata conosciuta e apprezzata da generazioni di studenti della città. La sua carriera era partita da Gemona, nel 1951, dove “Marì” – così la chiamavano gli amici – conobbe il marito, Mario Agostinelli. Dopo un periodo a San Daniele, il trasferimento alla scuola media Bellavitis di Udine e quindi alla Fermi. È mancata dopo una breve degenza in ospedale. Era risultata positiva al Covid. Ecco la sua storia.

Fagagna
È morto Bruno Ziraldo, 86 anni, uno degli ospiti della casa di riposo Zaffiro di Fagagna. Aveva contratto il Covid. «Infarto sarebbe la causa del decesso, come comunicato dai medici – riferiscono i parenti –. Ciò non toglie che l’ultima settimana prima del malore fatale aveva contratto l’infezione risultando positivo. Era un mese che non lo vedevamo, lo abbiamo sentito pochi giorni fa. Proviamo tanta tristezza per non averlo potuto salutare».

Ziraldo, classe 1934, viveva in centro a Fagagna. Aveva fatto per tanti anni il muratore, prima come emigrante in Svizzera e poi in una impresa edile a Udine. Qui per approfondire.

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi