Oltre cento migranti rintracciati nella notte in autostrada e nella zona industriale di Osoppo

UDINE. Giorni fa, tra il 18 e il 19 novembre, erano arrivati 150 migranti in una sola notte in provincia di Udine. Stanotte (tra domenica 29 e lunedì 30 novembre) ne sono arrivati quasi un centinaio e i rintracci, nelle prime ore del mattino, erano ancora in corso da parte delle forze dell’ordine.

Si tratta di cittadini di originari del Pakistan, del Bangladesh e dell’Afghanistan, tutti uomini che erano in discrete condizioni di salute, nonostante le basse temperature di questo periodo. Le segnalazioni relative a persone che camminavano a piedi lungo l’autostrada, nella zona industriale di Osoppo e dalle parti di Buia sono cominciate verso l’1.30 quando il Numero unico d’emergenza 112 ha cominciato a essere contattato da vari passanti.

Subito le pattuglie della polizia (in particolare gli agenti della Stradale di Amaro) e dei carabinieri hanno raggiunto i luoghi indicati e hanno attivato tutta la rete di accoglienza. I migranti sono stati fatti salire a bordo di una corriera e sono stati accompagnati all’ex caserma Cavarzerani dove verranno sottoposti ai controlli sanitari, soprattutto ai test Covid e al periodo di quarantena di una decina di giorni.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi