La redazione del Messaggero Scuola in giuria a “Un libro da consigliare”

Ben 286 ragazzi tra gli 11 e i 18 anni hanno partecipato all’iniziativa. Le premiazioni online il 18 dicembre

I ragazzi della redazione scuola saranno nella giuria del concorso “Un libro da consigliare 2020”, che da appuntamento al 18 dicembre, alle 10.30, con la premiazione online dei lavori vincitori.

Un'occasione imperdibile quella offerta da questa 13esima edizione, che ha registrato ben 286 partecipanti, di cui 210 dalle scuole medie e 76 dalle superiori, e 222 consigli di lettura. Organizzata dal sistema bibliotecario BiblioGo! capitanato dal Consorzio culturale del Monfalconese nell’ambito delle attività del progetto regionale di promozione della lettura Leggiamo 0-18, l'iniziativa coinvolge e mette in contatto i ragazzi dagli 11 ai 18 anni rendendoli parte attiva nei consigli di lettura, nella speranza che ogni ragazzo, relazionandosi con i suoi coetanei, possa trovare la strada nel mondo della lettura che più gli si addice. Gli studenti del Friuli-Venezia Giulia che frequentano le medie e le superiori, infatti, vengono incoraggiati a scegliere un libro che li ha colpiti particolarmente e consigliarlo ai propri amici e/o compagni attraverso un elaborato. Le due novità di questa edizione in particolare sono l'introduzione di una sezione a parte dedicata ai consigli sotto forma di disegni/fumetti/graphic novel e di una dedicata a canzoni o componimenti rap ispirati al libro in questione. Chi avesse scelto di concorrere in questa categoria avrebbe dovuto riscrivere il testo di una canzone basandosi sul libro da consigliare mantenendo la base musicale originale. La tipologia più “scelta” è stata quella dell’elaborato scritto, preferito da ben 91 concorrenti, seguito da ben 55 disegni, 42 foto e 32 video mentre le canzoni sono state scelte da 2 concorrenti. Numerosi i premi di quest'anno per le varie categorie: si va da buoni libro di 50 euro per chi ha partecipato alla sezione “Elaborato scritto” e “Disegno”, ad un abbonamento da 10 ingressi al cinema per i partecipanti alla sezione “Video”, ad un buono acquisto di materiale tecnologico del valore di 50 euro per i vincitori delle sezioni “Canzone” e “Fotografia”.


“Un libro da consigliare” nacque nel 2008 come competizione prettamente locale rivolto agli alunni delle due scuole secondarie di primo grado di Monfalcone. A giudicare i primi 55 lavori fu una giuria composta dalla direttrice della Biblioteca, dai dirigenti dei due istituti cittadini e da due insegnanti in rappresentanza di suddette scuole.

Già la terza edizione, quella del 2010, si caratterizzò per la presenza di quattro ragazzi all’interno della stessa giuria che affiancarono la direttrice della biblioteca di Monfalcone per dar corpo all’idea di un concorso fatto da ragazzi per ragazzi. Fin dall'inizio, infatti venne allontanata quella logica para-scolastica dall'iniziativa, per avviarla a diventare sempre più uno spazio dove i giovani potessero sentirsi liberi di esprimersi come preferivano. Le aspettative non sono andate deluse: fin da subito i ragazzi hanno dimostrato responsabilità e serietà per il ruolo di giurati e, moderati da un adulto, si sono confrontati (a volte anche scontrati), per difendere le proprie opinioni. —




 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi