Fedriga ha firmato la nuova ordinanza: regole più stringenti per i negozi, limiti alle consumazioni al bar

✉️ CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA

UDINE. «Non dobbiamo far passare il messaggio che la fascia gialla sia un liberi tutti. Anzi, dobbiamo utilizzare ancora maggiori cautele perché le occasioni di incontro aumentano e quindi dobbiamo utilizzare ancora maggiori cautele».

QUATTRO GRAFICI PER CAPIRE LA SITUAZIONE:

Lo ha detto il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante una conferenza stampa, oggi a Trieste. Da domani la regione ritornerà in zona gialla, dopo tre settimane in zona arancione. «Dalla zona gialla - ha avvertito - si può passare in modo rapidissimo alla zona arancione o rossa. In secondo luogo il sistema sanitario è ancora estremamente sotto stress». «Sono qui a dire - ha concluso - ai cittadini del Fvg di non festeggiare, ma di mantenere un comportamento rigoroso»

CHE COSA SAPPIAMO IN BREVE:

  • Nei supermercati una sola persona per nucleo familiare
  • Accesso nei negozi una sola persona alla volta
  • Accesso nei negozi di una persona ogni venti metri quadri per gli esercizi commerciali con una superficie superiore ai 40 metri quadri
  • Dalle 11 consumazioni al bar solo da seduti
  • Saranno inasprite le sanzioni per i limiti di capienza.
  • Tutti gli esercizi commerciali dovranno esporre il cartello con il numero massimo di accessi 

Poi le raccomandazioni: 

  • Fascia oraria per gli acquisti degli over 65 nei negozi (dalle 10 alle 12)
  • Non andare a casa di conoscenti e conviventi
  • Evitare il trasporto pubblico se non per necessità

«Dalle 11 alla chiusura dei bar e ristoranti, ovvero le 18, le consumazioni sono permesse solo da seduti». «Riconfermiamo il limite di accesso a una persona per nucleo famigliare nei negozi della distribuzione alimentare, mentre nei negozi generici è consentito l'accesso a una persona ogni 20 metri quadrati». Fedriga firmerà l'ordinanza oggi, testo che «entrerà in vigore domani» in concomitanza con il passaggio della regione in fascia gialla. 

L'obiettivo, ha ribadito Fedriga durante una conferenza stampa, è evitare situazioni di assembramento. Sono previste sanzioni, ha spiegato Fedriga, per «il mancato rispetto dei limiti della capienza per i negozi e ristoranti, ai quali chiediamo di esporre un cartello con il limite di persone massimo consentito».

L'ordinanza prevede anche alcune «raccomandazioni», ha concluso il presidente, ovvero l'introduzione di «una fascia dalle 10 alle 12 riservata preferibilmente agli over 65» nei negozi di alimentari, evitare di «andar a casa di conoscenti non conviventi» e di usare mezzi di trasporto pubblici se non per necessità.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi