Pronto il “Covid hotel” di Feletto che ospiterà chi è positivo al virus

TAVAGNACCO. La struttura destinata all’abitare possibile, nel centro di Feletto Umberto, ospiterà le persone positive al Covid-19. La decisione è stata presa dalla giunta guidata da Moreno Lirutti, e qualche giorno fa è stata comunicata anche in consiglio comunale.

E’ stata l’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale a chiedere di poter utilizzare l’edificio per l’emergenza coronavirus. E poiché la struttura è stata ultimata ed è pronta ad accogliere anziani, parzialmente o totalmente non autosufficienti o autosufficienti, e disabili, viste le difficoltà nella gestione della pandemia riscontrate nel sistema sanitario locale, sarà adibita temporaneamente ad altri scopi.

In sostanza diventerà una sorta di “Covid hotel” a gestione pubblica, dove le persone positive al virus potranno essere accolte per trascorrere il periodo di isolamento. Ovviamente quelle che non necessitano di un’assistenza ospedaliera.

«Già nei mesi di marzo e aprile, in occasione della prima ondata – chiarisce il sindaco Lirutti – era stata data la disponibilità del Comune a rendere fruibile la struttura dell’abitare possibile. Disponibilità che oggi, su espressa richiesta dell’Azienda sanitaria, è stata riconfermata».

Per l’isolamento e la gestione dei pazienti Covid sarà utilizzato solo il secondo piano della struttura di Feletto Umberto. Ora tocca all’AsuFc fissare le tempistiche per l’arrivo delle prime persone positive, in base all’andamento dei contagi.

«Saranno assicurate tutte le misure necessarie per evitare ai positivi di entrare in contatto con il Centro di assistenza primaria al primo piano, dove si valuterà, insieme ai medici di medicina generale, se istituire un centro tamponi», aggiunge Lirutti.

Richiesta, quest’ultima, avanzata qualche settimana fa dal consigliere di opposizione Alfio Marini, il quale aveva auspicato l’attivazione del servizio per agevolare i residenti in questa fase in cui l’emergenza si sta facendo sentire anche a Tavagnacco.

Non è un caso se proprio in questo periodo il sindaco ha annunciato la riattivazione dei numeri della Protezione civile per alcuni servizi di supporto alla popolazione, come la consegna della spesa e dei farmaci (0432571736 o 3351079199).

Sul fronte dei contagi, le persone attualmente positive nel territorio comunale sono 149, mentre i deceduti sono 7, numeri che pongono il territorio di Tavagnacco di poco sopra la soglia di guardia del 10%, percentuale data dal numero di positivi ogni mille abitanti.

All’interno della struttura di piazza Libertà saranno messi a disposizione quindici posti letto ricavati nei micro-appartamenti perfettamente arredati (con letto, cucina, sanitari adatti alle necessità degli anziani e dei disabili). Le persone che trascorreranno il periodo di isolamento a Feletto, quindi, saranno autonome, ricevendo un supporto sanitario solo in caso di necessità.

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi