Ancora tanti disagi in montagna, viabilità interrotta: Forni Avoltri e Rigolato nella morsa della neve

TOLMEZZO. In Carnia, dove i comuni e le frazioni di quota sono allo stremo per l’emergenza neve, mentre si cerca di contenere e rimediare i gravi danni, si levano anche le prime polemiche.

A Forni Avoltri «le frazioni alte di Frassenetto, Sigilletto e Collinetta hanno riavuto l’elettricità – rassicura la prima cittadina Sandra Romanin – grazie a un mezzo incatenato che ha portato i gruppi elettrogeni, passando per Givigliana, frazione di Rigolato, e percorrendo una strada che risponde all’utilizzo nel solo caso di emergenza. Domani ci si augura di poter fare una perizia della frana sulla strada provinciale che, da sabato scorso, ha interrotto la strada che collega il Comune alle frazioni».

«Non è stato facile autorizzare la percorribilità della strada che da Givigliana, frazione ancora senza elettricità, va a Collinetta – ammette il sindaco Fabio D’Andrea – per solidarietà ho fatto questa scelta ma la pericolosità è eccessiva, rischiamo di creare ulteriori dolorose tragedie. Ci sono problemi di elettricità a Ludaria e le reti di telefonia mobile ovunque difettano. Queste situazioni obbligano a ripensare la montagna in termini politici, molti dei nostri cittadini si ritrovano a combattere con dei problemi che in qualsiasi altro luogo o non esistono o sono impensabili».

Migliora ad Ovaro la situazione in alcune frazioni ma «Cludinico, la borgata di Patuscera ad Entrampo e la località di Baus – riferisce con apprensione il sindaco Lino Not – sono ancora senza corrente. Cludinico è isolata anche con la linea telefonica fissa. Questo è molto grave».

A Comeglians, ripristinata in tutte le frazioni l’elettricità verso le 18 di ieri. Lento lo sgombero delle strade per la molta neve e le piante schiantate. «Preoccupa la frana sulla strada che collega Tualis e Ravascletto» ammette il sindaco Stefano De Antoni .

In tutte le frazioni della conca Tolmezzina, grazie al lavoro delle squadre di E-distribuzione e protezione civile, è stata ripristinata la corrente che era mancata anche in alcune zone del capoluogo. Gruppi elettrogeni alimentano provvisoriamente in attesa di soluzione dei guasti, alcune zone di Verzegnis, le frazioni tolmezzine di Fusea, Cazzaso, Cadunea ed Illegio.

«Le criticità maggiori sono risolte e nei giorni a venire si ritornerà alla normalità» rassicura il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo.

A Cavazzo consolidata l’opera di risoluzione dei problemi che nella giornata di due giorni fa avevano lasciato senz’acqua ed elettricità le frazioni di Cesclans e Mena. Paularo segnala in alcune zone ancora difficoltà di viabilità e ricezione telefonica. L’importante volume di neve e il grande numero di piante cadute sul manto stradale, rendono lento il traffico verso le frazioni di Ravinis e Misincinis. A Sutrio si segnala la caduta di numerose piante, le stesse che erano state danneggiate dalla tempesta Vaia. Impegnativi i lavori di riapertura e sgombero della strada che porta al monte Zoncolan. Regolare e in miglioramento la situazione di gestione dell’emergenza a Socchieve, Ampezzo, Forni di Sotto e Forni di Sopra. —




 

Video del giorno

L'operazione della Dia, le immagini dal drone

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi