Lo judo piange l'ex militare Giordano. La figlia: "Non aveva altre malattie, è morto solo per Covid-19"

"Nonostante la giovane età, avrebbe compito 70 a gennaio, e l’assenza di malattie pregresse, il virus se l’è portato via in 15 giorni. Anche se ha lottato fino all’ultimo per noi"

UDINE. Il Covid è riuscito a spegnere anche il sorriso di Antonio Giordano, 70 anni da compiere fra poco più di un mese, il 25 gennaio.

Persona gentile, sempre sorridente e disponibile, Antonio Giordano arrivò a Udine quand’era ancora giovane, arrivava da Fiorino, in provincia di Avellino, dov’è nato per vivere una carriera militare che ha percorso con passione fino al pensionamento. E da Udine infatti, non si è mai più mosso, perché non solo di Udine si innamorò, ma anche di Giuseppa, per lui e per tutti “Pina”.

✉ Iscriviti alla nostra newsletter gratuita sul Covid19

🔴 Covid-19, la seconda ondata: quali sono i paesi più colpiti e dove ci sono più casi - La mappa con i dati comune per comune

Si sposarono, nacquero due figlie, Carmela e Sofia, e dopo aver concluso la sua bella carriera militare, Antonio si impegnò in diverse attività di volontariato allacciando moltissime amicizie, in particolare nel mondo dello sport, dove si è fatto apprezzare per le sue qualità umane, ma anche per la precisione e la correttezza. È stato infatti a lungo il segretario di un noto club di judo udinese, seguendo con passione tutte le fasi operative, dall’organizzazione fino ad accompagnare e sostenere i giovani nelle gare in regione. Ha partecipato attivamente e a lungo alle attività del movimento del judo regionale che lo ha apprezzato e gli ha voluto bene.


Ormai da qualche anno, Antonio Giordano aveva scelto di dedicarsi all’amata famiglia, dove fino a qualche settimana ha vissuto sereno, felice e in salute. Dopo i primi sintomi Antonio Giordano è stato ricoverato in ospedale, anche se la situazione sembrava essere sotto controllo. «Purtroppo papà è morto solo per Covid-19 – ha detto la figlia Carmela – nonostante la giovane età, avrebbe compito 70 a gennaio, e l’assenza di malattie pregresse, il virus se l’è portato via in 15 giorni. Anche se ha lottato fino all’ultimo per noi».



Per il momento i funerali non sono stati ancora fissati, per consentire alla moglie Pina e alla figlia Sofia di completare l’isolamento cautelare. Appresa la triste notizia, il mondo dello sport e del judo in particolare si è stretto con affetto in un abbraccio virtuale attorno alla famiglia di Antonio Giordano.

Video del giorno

Tokyo2020, Draghi a Jacobs: "Non volevo disturbarti durante intervista, è colpa di Malagò"

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi