In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Caso Regeni, i genitori di Giulio: basta dettagli sulle torture a nostro figlio

I genitori del ricercatore assassinato in Egitto a «Che tempo che fa»: serve rispetto, non saccheggiate i documenti

Edoardo Izzo
2 minuti di lettura

ROMA. «È ora che l’Italia dia un segnale concreto di insoddisfazione per la mancanza di collaborazione da parte dell’Egitto. Per questo rinnoviamo la richiesta di richiamo per consultazioni dell’ambasciatore Cantin». Questo l’appello di Paola e Claudio Regeni - genitori di Giulio, il ricercatore friulano trovato morto al Cairo a febbraio del 2016 - ospiti ieri sera del programma di Fabio Fazio, “Che tempo che fa”.

PER APPROFONDIRE.Regeni, il video che incastra gli 007 egiziani: è stata una trappola

A quasi cinque anni dal barbaro omicidio del giovane - catturato e torturato a morte dalla National Security egiziana dal 25 gennaio al 3 febbraio 2016 - a riaccendere i riflettori sulla vicenda sono stati i nuovi particolari emersi proprio in questi giorni, dall’atto di chiusura delle indagini da parte della procura di Roma, che ha ricostruito gli ultimi giorni di vita di Giulio - incatenato e sottoposto a torture e sevizie che lo hanno lentamente portato alla morte.

Proprio sui dettagli delle torture i genitori di Giulio hanno chiesto ai giornali di «non continuare a saccheggiare i documenti» per rispetto a Giulio: «Chiediamo un giornalismo investigativo, che capisca quali sono le relazioni bilaterali di amicizia con l'Egitto - hanno detto - e chiediamo che nessuno si costituisca parte civile: rallenterebbe i tempi del processo e finirebbe con l’aiutare solo gli egiziani».

LEGGI ANCHE.«Nostro figlio torturato, conosciamo chi ha intrappolato Giulio. È un regime capace di uccidere,

Da Paola e Claudio Regeni anche l’apprezzamento per il gesto di Corrado Augias, che ha deciso di restituire alla Francia la Legion d'Onore, conferita anche al presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi: «Un esempio meraviglioso di coerenza di pensiero e di sostegno a una causa per i diritti civili». Intanto da giovedì sulle carte dei pm romani è al lavoro anche la commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni che ha già ascoltato sulla vicenda il procuratore capo, Michele Prestipino e il pm Sergio Colaiocco e si preparerebbe a convocare anche alcuni personaggi che potrebbero chiarire alcuni aspetti relativi ai giorni trascorsi da nelle mani dei servizi segreti egiziani. In particolare la Commissione sarebbe intenzionata a convocare il numero due dell’Ambasciata d’Egitto e l’allora titolare del dicastero degli Interni, Marco Minniti, all’epoca ribattezzato “signore delle spie”.

Ma l’interesse dei commissari è focalizzato anche sulla versione britannica dell’inchiesta e in particolare sul ruolo svolto da Maha Mahfouz Abdelrahman, docente a Cambridge e relatrice di Giulio Regeni. Probabile quindi una richiesta al rettore e alla docente per un’audizione. Sulla vicenda Regeni la politica non sembra dunque per nulla intenzionata a farsi da parte: «Richiamare l’ambasciatore non può essere l’unica e sola risposta - ha dichiarato Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera -. Non condizionare il proseguimento delle nostre relazioni con l’Egitto all’ottenimento della giustizia su Regeni renderebbe la perdita di credibilità del nostro Paese inesorabile e fatale».

Sulla stessa lunghezza d’onda Riccardo Magi (+ Europa), componente commissione Regeni: «Conte ci aveva detto che si sarebbe impegnato a ottenere e a chiedere con forza ad Al Sisi un impegno tangibile dell’Egitto. La procura ha fatto un lavoro fondamentale, riuscendo a schivare tutti i tentativi di depistaggio Ora che c’è stata la chiusura dell’indagine ci vuole anche questo passo da parte del governo italiano».

I commenti dei lettori