Contenuto riservato agli abbonati

È morto Giacomelli, ex direttore al Gervasutta: era positivo al Covid

UDINE. Si è spento questa notte (di martedì 15 dicembre), a causa di una serie di patologie rafforzate dal coronavirus, l’ex direttore amministrativo dell’ospedale Gervasutta, Gianni Giacomelli. Lo scorso 19 novembre aveva compiuto 85 anni.

Originario di Campoformido, aveva trascorso l’infanzia e la giovinezza nel suo paese, dove aveva frequentato anche le scuole elementari e le medie. Per la sua istruzione superiore aveva scelto Ragioneria e si era poi diplomato all’istituto Zanon di Udine.

Era rimasto al vertice della struttura ospedaliera per la riabilitazione tra gli anni 80 e gli anni 90, al fianco dei dottori Luigi Lovati e Armando Zucchi. Prima di quell’esperienza nel mondo della sanità, aveva lavorato a lungo all’Inam, l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro le malattie. Dopo essere andato in pensione, per diversi anni era stato consulente dell’Azienda pubblica di servizi alla persona Daniele Moro di Codroipo.

«Crediamo che nostro padre – spiegano i due figli Stefano, e Matteo – vada ricordato non solo per le sue doti umane, ma soprattutto per la tenacia e l’abilità gestionale che ha sempre dimostrato in ambito lavorativo. È stato infatti protagonista, insieme ad altri professionisti, del rilancio dell’ospedale ortopedico Gervasutta che, grazie all’impegno dell’équipe altamente specializzata dell’epoca, poté contare su una nuova ala e su macchinari all’avanguardia».


Gianni Giacomelli, come sottolineano ancora i suoi cari «era un uomo di quelli di una volta, con solidi principi, grandissima dedizione al lavoro, nonché un grande compagno per la sua amata Giuseppina, con cui ha condiviso 55 anni pieni d’amore. Per noi è stato un padre meraviglioso, era orgoglioso di noi. E poi, in questi anni – concludono Stefano e Matteo –, lo abbiamo visto come un nonno innamorato dei suoi due nipotini».
La data dei funerali non è ancora stata stabilita con precisione. Si svolgeranno, comunque, nella parrocchia di San Rocco, molto probabilmente giovedì 17 dicembre.

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi