Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, ora il Veneto teme il collasso degli ospedali. Zaia chiede zona rossa fino al 6 gennaio

VENEZIA. L’ora più buia. «La situazione si è fatta pesante, siamo oltre i 3300 ricoverati per coronavirus, l’equivalente, o quasi, di sette ospedali», sospira Luca Zaia commentando la sequenza giornaliera di contagi e vite spezzate, mai così elevata dall’insorgere della pandemia. Lo sguardo alla catena di decessi, pur inclusiva del fine settimana, è raggelante...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi