Contenuto riservato agli abbonati

Niente messa di mezzanotte, tra i "don" c'è chi dice no: «Ci si occupi di sanità, non della Chiesa»

Il parroco contesta l’imposizione di anticipare le celebrazioni della Vigilia di Natale «Mai visto in mezzo secolo di sacerdozio»

TOLMEZZO. «Hanno ridotto il Cristianesimo al cenone. Ma scherziamo? La nascita del Redentore col cenone? Perché solo di questo si è parlato confondendo cenone e messa di mezzanotte. Il problema è diventato il cenone». Esprime amarezza e tutto il suo disappunto il parroco di Tolmezzo, monsignor Angelo Zanello, mentre indica le messe che il 24 dicembre in altre ore saranno celebrate a Tolmezzo al posto dell’antica celebrazione di mezzanotte, a causa delle restrizioni imposte dallo Stato.

«Che

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Dentro il "Mostro del Mar Caspio", l'aereo sovietico spento per sempre 30 anni fa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi