Altre cinque vittime nel Pordenonese, impennata del numero dei nuovi positivi: 357

PORDENONE. Sono stati 357 i nuovi positivi rilevati in provincia di Pordenone nelle sole ultime 24 ore. Un numero tra i più alti se non il più alto registrato da inizio pandemia. Cinque i decessi registrati sul territorio del Friuli occidentale.

Nuovi contagi


Sabato 19 dicembre il numero dei contagi complessivi dall’inizio dell’epidemia è arrivato a 9 mila 445, rispetto ai 9 mila 88 del giorno precedente. Significa che i nuovi positivi in 24 ore sono stati 357, un numero molto più elevato di quelli dei giorni precedenti.

Un dato che, sommato al numero dei ricoveri, indica che la situazione in provincia non è ancora migliorata come ci si aspettava. Si è registrata, invece, una esplosione di casi nelle ultime settimane. Basti pensare che un mese fa, il 19 novembre, secondo i dati forniti dalla Regione, i positivi in provincia di Pordenone erano 4 mila 226. Oggi abbiamo già abbondantemente superato quota 9 mila.

Segno che il virus non molla e per questo motivo sono sempre validi gli appelli a rispettare le regole di comportamento per evitare un ulteriore dilagare del Covid.



Decessi

Ancora morti in provincia a causa del coronavirus. Si tratta di una donna di 89 anni a San Vito al Tagliamento, di un uomo sessantenne a Fontanafredda e di un uomo di 93 anni a Maniago.

Case di riposo

Situazione sempre grave nelle strutture per anziani della provincia. A San Vito al Tagliamento non si sono registrati nuovi positivi. Nel consueto bollettino di informazione della casa si è posto l’accento sul personale: «Noi siamo quei 70 operatori che nove mesi fa si sono chiusi in casa per proteggerla – si legge nel messaggio –. E ora siamo quei 50 che continuano a farlo 24 ore su 24. E quei 40 contagiati che hanno corso il rischio e non sono riusciti ad evitarlo. Noi siamo questi. E di questo noi ognuno sceglie di esserne parte».



A Spilimbergo, dove venerdì scorso sono emerse 59 positività, domani sono previsti nuovi tamponi. La struttura è blindata e nella newsletter inviata dal presidente della Asp di Spilimbergo, Lucia Cozzi, c’è l’invito ai familiari «a esserci vicini con tutta la forza positiva che avete, il vostro bene ci arriverà di sicuro».

Notizie migliori dalla casa di riposo di Aviano, dove si sono negativizzati 25 ospiti: attualmente i positivi sono 41 e la settimana prossima sono in programma nuovi screening. È passato oltre un mese dai primi positivi rilevati, il 17 novembre scorso.

Due nuove vittime, già ospiti di Casa Lucia a Pasiano: un uomo nella struttura e una donna alla Rsa di Maniago. —


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi