Contenuto riservato agli abbonati

Chi erano Francesca e Pietro, i due ragazzi di 15 e 13 anni uccisi dal padre a coltellate

CAMPOSAMPIERO. «Nessun segnale, erano ragazzi sereni, e il padre sembrava orientato al progetto di futuro dei figli». I dirigenti scolastici delle scuole frequentate da Francesca e Pietro vivono l’ora più buia: sconvolti dal dolore, sono educatori che sanno quanto la scuola apra spazi di verità su eventuali crepe. Ma quelle crepe non c’erano, e se c’erano non si vedevano. L’assurdità diventa ancora più faticosa ed ora si tratta di mettere in fila le parole per i compagni di classe di una ragazzina di 15 anni e del fratellino di 13.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi