Esce per una battuta di caccia e muore per un malore, ecco chi è la vittima

Adriano Boscarello, 69 anni, si è sentito male ad Alesso prima di rientrare a casa. Gli amici hanno dato l’allarme

TRASAGHIS. Era uscito per una battuta di caccia nei boschi della frazione di Alesso, nel comune di Trasaghis, assieme a un gruppo di amici. All’improvviso, mentre stava sistemando il suo pick-up per rientrare a casa, si è sentito male. Adriano Boscarello, 69 anni, è deceduto nel primo pomeriggio di mercoledì 23 dicembre.

A dare l’allarme sono stati gli amici. Sul posto sono intervenuti tempestivamente gli operatori sanitari del 118 e i militari del soccorso alpino della Guardia di Finanza di Tolmezzo. Il sessantanovenne è stato trasferito nella zona di via Interneppo, lungo la strada regionale 512, dove gli operatori del 118 hanno effettuato le manovre di rianimazione a bordo di un’ambulanza e di un’automedica. Il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso.


Noto e stimato, il sessantanovenne, appassionato di caccia da tanti anni, aveva lavorato fino alla pensione, arrivata in anticipo a causa di alcuni problemi di salute, come autista di autobus, prima per Olivo e poi per Saf.

Originario di Comerzo di Majano, aveva abitato nella frazione di Casasola fino al 1982, poi si era trasferito a Buja, dove aveva la residenza, in via Tonzolano, anche se qualche tempo abitava assieme alla sua attuale compagna Idana a Modoletto di Pagnacco. La nipote Silvia è sconvolta. «Lo avevo sentito martedì, purtroppo per l’ultima volta. Per me era un punto di riferimento. Ho tanti ricordi impressi nella memoria. Sono cresciuta con lui. Non riesco a darmi pace». Adriano Boscarello aveva perso entrambi i fratelli, Alfeo, lo scorso anno, e anche Adriana, in giovane età.

Si dice addolorato il direttore della riserva di Trasaghis, Luca Di Giannantonio. «Adriano era iscritto da 15 anni nella nostra riserva. Veniva sempre a caccia la domenica e il mercoledì. Era una persona buona e generosa». Esprime la vicinanza della comunità ai familiari anche il sindaco di Buja, Stefano Bergagna. «Ci dispiace molto per questo grave lutto, che ha colto in modo improvviso la comunità – le parole del primo cittadino –. Adriano Boscarello era ben voluto da tutti, una brava persona».

Il sessantanovenne friulano lascia i figli Alessandro, Massimiliano e Michele. La data del funerale sarà decisa nei prossimi giorni.

(Ha collaborato

Piero Cargnelutti)


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi