Contenuto riservato agli abbonati

Trovato nel Tagliamento corpo senza vita: ecco chi è la vittima, aveva 33 anni

DIGNANO. Si chiama Manazur Somail Paisal l’uomo di origini pachistana classe 1987 che è stato ritrovato nel primo pomeriggio di ieri privo di vita nel fiume Tagliamento nei pressi del ponte di Dignano.Si sono così concluse in meno di 24 ore le intense operazioni di ricerca del corpo avvistato a Villanova da due giovani nel pomeriggio di domenica.

L’uomo è stato rinvenuto grazie all’incessante impegno del nucleo sommozzatori giunti da Venezia dal Nucleo Speleo alpino fluviale di Pordenone da cinque squadre dei vigili del fuoco di Udine, San Daniele, Codroipo e Pordenone, dai carabinieri della stazione di San Daniele che hanno setacciato il tratto del fiume nell’area di Dignano, Carpacco, Vidulis e di San Odorico frazione di Flaibano.

Malgrado le difficili condizioni meteorologiche, le operazioni sono proseguite. Sono state verificate tutte le zone in particolare la sponda a ovest del fiume.

Il corpo è stato ritrovato a pochi chilometri dal punto in cui era stato avvistato domenica, si tratta di un’area in cui il letto del Tagliamento cambia pendenza e rallenta la corrente. Questa situazione ha permesso di individuare la presenza del corpo.

L’uomo, stando alle prime ipotesi, sarebbe morto per annegamento, ma saranno gli accertamenti del medico legale ad individuare le circostanze del decesso. La persona scomparsa per un periodo ha abitato a Sedegliano però come riferisce il sindaco Dino Giacomuzzi da alcuni anni non risiedeva nel capoluogo in quanto: «L’appartamento che a suo tempo era stato messo a disposizione dall’associazione di volontariato “Vicini di casa” che ha l’obiettivo di facilitare l’accesso a una casa da parte di cittadini italiani e stranieri, non era più disponibile».
Da quanto si è potuto apprendere ultimamente il 33enne pachistano si era trasferito nel Sandanielese.

La notizia della tragica morte di Manazur Somail Paisal a soli 33 anni ha destato vasta impressione nel Friuli Medio e Collinare e in particolare a Dignano, dove il sindaco Vittorio Orlando ha espresso il cordoglio anche a nome della comunità

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi