Dosi del vaccino in ritardo, l'avvio della vaccinazione slitta a giovedì. In Fvg oggi 685 nuovi casi, 21 decessi - Gli aggiornamenti ora per ora

✉️ CORONAVIRUS, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RICEVERE IL PUNTO DELLA SETTIMANA

🔴 QUALI SONO IN FVG I PAESI PIÙ COLPITI E DOVE CI SONO PIÙ CASI: LA MAPPA AGGIORNATA DEL CONTAGIO CON I DATI COMUNE PER COMUNE 

Aggiornamento delle 19. Riprogrammata la vaccinazione in Fvg per il ritardo della consegna delle dosi.

"Il ritardo nella consegna dei vaccini determinerà la riprogrammazione al 3 gennaio prossimo della somministrazione delle dosi alle persone che si erano messe in lista per la giornata di domani." Lo comunicano il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. "Ne deriva quindi - concludono Fedriga e Riccardi - che la campagna vaccinale anti-Covid prenderà il via, in Friuli Venezia Giulia, giovedì 31 dicembre e che il ritardo non avrà conseguenze sulle prenotazioni effettuate per le date successive al 30 dicembre"


Aggiornamento delle 17.40. Trentacinque nuovi casi nelle strutture per anziani. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, nel settore delle residenze per anziani sono stati rilevati 35 casi di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali, mentre gli operatori sanitari risultati contagiati all'interno delle stesse strutture sono in totale 16. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.Sul fronte del Sistema sanitario regionale (Ssr) da registrare nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale le positività al Covid di quattordici infermieri, due terapisti della riabilitazione, due collaboratori tecnici, cinque medici e un Oss; nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina di sei infermieri, quattro medici, due operatori tecnici e tre Oss; nell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale di tre infermieri, un operatore tecnico, un'ostetrica e cinque Oss. Infine, da registrare la positività al virus di tre persone rientrate dalla Romania.


Aggiornamento delle 17.30. Riccardi: da sindacati critiche strumentali su campagna vaccinale. "È il Governo che stabilisce le priorità nei vaccini ed è sempre il Governo che non ha ancora chiarito non solo a noi, ma anche a tutta la nazione, quando arriverà per il resto della popolazione il turno per sottoporsi all'immunizzazione. All'opposizione e ad una parte dei sindacati che in questo momento alzano la voce su questi temi basterebbe dire di rivolgersi a Roma dove hanno un filo diretto con chi governa. Invece in un momento di emergenza credo sia opportuno solamente lavorare per risolvere i problemi della gente".A dirlo l'assessore alla Salute Riccardo Riccardi: qui il dettaglio.

Aggiornamento delle 17. In Fvg 685 nuovi contagi e 21 decessi. Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 685 nuovi contagi su 8.294 tamponi (pari all'8,2%), di cui 993 da test rapidi antigenici. I decessi sono invece 14, a cui si aggiungono altri 7 verificatisi nei giorni precedenti (dal7/12 al 26/12). I ricoveri nelle terapie intensive sono 60 mentre quelli in altri reparti ammontano a 655 unità. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia sono in tutto 49.825. I decessi complessivamente ammontano a 1.612, con la seguente suddivisione territoriale: 443 a Trieste, 728 a Udine, 339 a Pordenone e 102 a Gorizia. I totalmente guariti sono 34.086, i clinicamente guariti 872, mentre le persone in isolamento sono diminuite raggiungendo quota 11.062.

Aggiornamento ore 15. Riccardi: campagna vaccinale partirà il 31. «I vaccini non arriveranno oggi in Friuli Venezia Giulia, come previsto, ma domani». La campagna vaccinale «parte il 31 dicembre». Lo ha detto il vicegovernatore del Fvg con delega alla salute, Riccardo Riccardi, all'emittente locale Telequattro.

«Questo ritardo pone tutta una serie di azioni e verifiche che stiamo facendo - ha proseguito - prima di tutto il ribaltamento di un giorno delle prenotazioni». Ma «non è il momento di fare polemiche in quanto siamo nelle condizioni in cui le cose cambiano da un'ora all'altra». Al momento, ha concluso, «il numero delle prenotazioni è importante, il sistema sta funzionando»

PER APPROFONDIRE. Covid, scoperta la nuova variante italiana (simile a quella inglese) che circola da agosto

Aggiornamento ore 14.30. Cambiato il calendario, in arrivo domani il vaccino. L’arrivo delle scorte di circa 470mila dosi del vaccino Pfizer è previsto questa notte a bordo di sei aerei, che atterreranno in altrettanti diversi aeroporti del Paese, tra cui quelli di Milano e Roma. La catena della consegna del vaccino, la cui spedizione sul territorio italiano è gestita da una compagnia tedesca, prevede poi la distribuzione capillare - effettuata direttamente dalla casa farmaceutica - presso i primi 203 siti di somministrazione nelle varie regioni. La prima fase della campagna riguarda il personale sanitario e gli ospiti delle residenze per anziani.


Aggiornamento ore 12. La Guardia di Finanza sequestra cento mascherine contraffatte. La Guardia di Finanza di Pordenone ha sequestrato un centinaio di mascherine contraffatte con i loghi di noti brand di alta moda e ha denunciato alla Procura tre persone. I dispositivi di protezione individuale in tessuto sono stati rinvenuti dal Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria in due esercizi commerciali di sartoria e vendita di biancheria con sede a Pordenone e a Sacile.

Dagli accertamenti è emerso che il fornitore era una società con sede a Fossalta di Piave (Venezia), attiva nel commercio di tessuti. Durante la perquisizione dell'azienda sono stati scoperti oltre 160 metri di stoffe con impresse le stesse false griffe. Ecco cosa è successo. 

Aggiornamento ore 10.30. Focolaio a Cardiologia a Udine. Nuovo focolaio Covid nel reparto di cardiologia del Santa Maria della Misericordia di Udine. L’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale è stata costretta a chiudere l’unità coronarica in seguito al contagio di 3 medici e di una decina di infermieri. Era già accaduto alla fine di ottobre. Il punto da Udine

Aggiornamento ore 9.30. La situazione nel Pordenonese. Reparti ospedalieri ancora al limite, tanti, troppi decessi – altri 13 nel triste elenco dei morti per Covid – , ma nel cuore e nella testa degli operatori sanitari e delle famiglie una piccola luce: il vaccino. Da domani e per i primi 4 giorni partirà la somministrazione al personale della sanità che si è prenotato: 561 i dipendenti dell’Asfo, record regionale. Dal 4 gennaio toccherà anche agli ospiti delle case di riposo. Qui il punto da Pordenone. 

Raveo. Alpini in lutto per la scomparsa di Giuseppe "Bepo" De Prato: era positivo al Covid

Aggiornamento ore 8.30. Apertura a rischio per palestre, teatri e cinema. La ripartenza per poli sciistici, teatri, cinema, piscine e palestre rischia di essere rimandata. Più la data del 7 gennaio si avvicina, e più appare probabile uno slittamento delle riaperture. A sollevare le perplessità maggiori sono gli esperti del Comitato tecnico scientifico, che hanno avviato un tavolo tecnico di confronto con il governo. Il Friuli Venezia Giulia resta alla finestra ma scalpita per ricominciare, anche perché un ulteriore ritardo, specie per gli operatori della montagna, con la stagione invernale ormai al giro di boa, comporterebbe un vero e proprio tracollo economico. Tutti gli aggiornamenti. 

Video del giorno

L'abbraccio Muti-Mattarella, il Maestro regala al Presidente la sua bacchetta: "Lei dirige un Paese"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi