Vasto incendio distrugge il caseificio di Luincis a Ovaro: la colonna di fumo visibile a chilometri

Vasto incendio distrugge il caseificio di Luincis a Ovaro

OVARO. Un incendio di vaste dimensioni è scoppiato, nel pomeriggio di giovedì 31 gennaio, poco dopo le 16, nella sede del caseificio Artelatte, in via Guart di Luincis, nella zona artigianale di Ovaro. Le fiamme hanno in breve tempo avvolto l’intero stabilimento, circa 1000 metri quadrati, realizzato con strutture in acciaio e cemento armato. Le cause potrebbero essere di natura accidentale ma sono attualmente in corso ulteriori verifiche. I danni, ancora da quantificare, sono ingenti.

Incendio devasta il caseificio di Ovaro: le immagini dal drone

Sul posto, coordinati dal vicecomandante Sergio Benedetti, ci sono le squadre dei vigili del fuoco di Udine, Tolmezzo, Cercivento e Rigolato e anche i carabinieri della Compagnia di Tolmezzo, alla guida del capitano Diego Tanzi, che stanno ricostruendo l’accaduto. Le operazioni di bonifica e spegnimento delle fiamme andranno avanti per tutta la notte. Anche il sindaco di Ovaro, Lino Not, informato, ha subito raggiunto il caseificio.

"Abbiamo terminato l’anno nel modo peggiore, nella più completa disperazione – le parole del primo cittadino -. Anche questa proprio non ci voleva. I danni sono ancora da quantificare ma possiamo già dire che sono ingenti e le cause dovranno essere chiarite da chi di dovere. I responsabili stavano effettuando un intervento di ampliamento e ristrutturazione dell’attività.

Era in fase di costruzione un capannone nuovo adiacente a quello già esistente. Purtroppo è stato tutto danneggiato in modo importante. Attorno alle 15 il caseificio era stato chiuso in occasione della festività di San Silvestro. Alcuni dipendenti, con i quali ho parlato, erano avviliti e preoccupati. Vedere il capannone ridotto così fa veramente male. E’ stata una brutta giornata per il nostro territorio".

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi