In Fvg 379 nuovi contagi, 18 i decessi 18. Festa e assembramento senza mascherina e in auto senza motivo: 16 sanzionati - Gli aggiornamenti ora per ora

✉ Iscriviti alla nostra newsletter gratuita sul Covid19

🔴 Quali sono i paesi più colpiti e dove ci sono più casi: la mappa aggiornata del contagio con i dati comune per comune

Aggiornamento delle 16. In Fvg 379 nuovi contagi, i decessi sono 18. Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 379 nuovi contagi su 2.903 tamponi (pari al 13%), di cui 246 test rapidi antigenici. I decessi registrati sono 18. I ricoveri nelle terapie intensive sono fermi a 63 mentre quelli in altri reparti ammontano a 652.

Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia sono in tutto 53.143. I decessi complessivamente ammontano a 1.687, con la seguente suddivisione territoriale: 456 a Trieste, 768 a Udine, 359 a Pordenone e 104 a Gorizia. I totalmente guariti aumentano a 36.618, i clinicamente guariti salgono a 949, mentre le persone in isolamento sono 11.132.

Aggiornamento delle 12. Festa e assembramento senza mascherina e in macchina senza motivo: sedici sanzionati. Nell’ambito dei controlli finalizzati al contenimento della diffusione della pandemia da Covid-19 durante le festività di fine anno, i carabinieri della Compagnia di Sacile hanno sanzionato sedici persone. Ecco cosa è successo e perchè i militari hanno redatto i verbali.

Aggiornamento delle 11. Rivignano, focolaio alla casa di riposo: positivi al virus 28 ospiti su 115. Il coronavirus ha fatto breccia anche nella residenza per anziani del Gruppo Zaffiro di Rivignano. Nonostante le accurate precauzioni e la rigida osservanza dei protocolli, sono risultati positivi al Covid-19, sui 115 presenti, 28 ospiti, che per fortuna sono tutti in condizioni di salute non preoccupanti o asintomatici.

I referenti del centro assistenziale assicurano che «la situazione è sotto controllo e ogni sforzo è teso a spegnere il focolaio, come avvenuto recentemente nella residenza gestita dalla stessa società a Fagagna nel giro di due settimane». Ecco il punto della situazione.

Aggiornamento delle 10.30. Pordenone: dopo Casa Serena, contagi tra gli ospiti della Umberto I. La battaglia per l’Asp (azienda servizi alla persona) Umberto I di Pordenone ricomincia. Dopo i positivi a casa Serena, che hanno impegnato per settimane la dirigenza e gli operatori in una lotta impari contro il Covid, il giorno di San Silvestro il virus è entrato silenzioso nella casa di riposo di piazza della Motta (Umberto I) e, a ieri sera, il bilancio era di tre operatori positivi e 13 anziani contagiati. Qui i dettagli.

Aggiornamento delle 10. Dodici vittime nel Pordenonese fra il vecchio e il nuovo anno: ecco chi sono. Sono stati dodici i decessi, a cavallo fra anno vecchio e anno nuovo, in provincia. Colpite, in particolare, le case di riposo. L’ospedale di Pordenone ha registrato un aumento di accessi in questi giorni, causa anche la chiusura degli studi dei medici di medicina generale. E’ accaduto anche la notte di Capodanno con molti pazienti positivi al Covid o sospetti tali presentati al pronto soccorso. Ed ecco chi sono le ultime vittime risultate positive al virus.

Aggiornamento delle 9. In ospedale premi-Covid da 500 a 1.500 euro. Dopo 11 ore di confronto ininterrotto tra Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale e sindacati, il 31 dicembre è stato firmato l’accordo per la distribuzione delle Risorse aggiuntive regionali (Rar) per il 2020: in base alla presenza in servizio, vanno da 500 a 1.500 euro.

Si tratta di 1,5 milioni di euro che, in mancanza di un’intesa raggiunta entro la fine dell’anno, sarebbero tornate nelle casse della Regione Friuli Venezia Giulia. Qui per approfondire.

Aggiornamento delle 8.30. Le paure dei friulani: spaventa più il Covid della crisi economica. Attesa e, soprattutto, fiducia nel futuro, dopo un anno a dir poco orribile, superano tristezza e paura nei sentimenti dei cittadini del Friuli Venezia Giulia.

Un dato, questo, che emerge dal sondaggio Ipsos – realizzato su un campione di mille e 3 interviste effettuate a dicembre – commissionato dalla Regione, come avviene a cadenza regolare, per conoscere non soltanto il giudizio sull’operato della giunta e di Massimiliano Fedriga – di cui riferiamo a parte –, ma anche valutazioni, timori e aspettative dei cittadini. Ed ecco i risultati del sondaggio.

Aggiornamento delle 8. Vaccinazioni, si riparte: oltre 16 mila prenotati per le due dosi di siero. Le operazioni di vaccinazione nei cinque centri scelti dalla regione – e cioè gli ospedali di Udine, Pordenone, Tolmezzo, Monfalcone e Cattinara a Trieste – ricominciano sabato 2 gennaio dopo la giornata di riposo concessa dai vertici delle Aziende sanitarie ai team scelti per le immunizzazioni.

Nel frattempo proseguono le adesioni del personale sanitario e non per le vaccinazioni. Dopo il Vax-Day di domenica e i primi due giorni di attività che hanno permesso di immunizzare poco meno di 2 mila persone, le prenotazioni per la prima inoculazione hanno toccato, al 31 dicembre, la quota di 14 mila 567 unità cui si sommano 2 mila 206 per la seconda dose – da effettuarsi per il prodotto Pfizer a distanza di 21 giorni – per un totale di 16 mila 773 persone. Qui i particolari.

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi