In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Cani sequestrati e affidati alle famiglie: «Ma adesso ce li vogliono togliere»

La polizia aveva trovato 14 cuccioli nel bagagliaio di un’auto in A4. La Procura dispone il cambio di custodia: vanno a chi li aveva pagati

2 minuti di lettura

Nonostante siano passati solo dodici giorni, Teo, Tino, Ambra, Scooby e Yule ormai sono di casa e parte integrante di differenti famiglie. E questa è la parte bella dell’avventura che ha coinvolto 14 cuccioli di cane, intercettati l’11 dicembre dalla Polizia stradale di Palmanova lungo la A4, all’interno dell’area di servizio di Gonars.

Dopo essere stati trovati stipati nel bagagliaio di un’auto in condizioni sanitarie precarie e in stato di ipotermia, cinque barboncini nani, un bulldog francese e otto pomerania spitz erano stati affidati alle cure di un allevamento locale e poi trasferiti al canile di Udine in attesa di essere affidati in custodia giudiziaria alle famiglie.

La brutta notizia è che dopo essersi ambientati nelle rispettive case (a Udine e a Pordenone) sembra che i cani debbano già lasciare le loro nuove famiglie.



L’affido arriva il 21 dicembre. Per le famiglie è il regalo di Natale. Poi alla vigilia di Capodanno una telefonata che è un colpo al cuore: «I cuccioli devono essere restituiti».

«Quando siamo andati a prendere Teo al canile, dopo dieci giorni di osservazione sanitaria, ancora non godeva di buona salute – racconta Omar Cigolotto, uno degli affidatari –, tant’è che il nostro cagnolino deve prendere tre farmaci al giorno. Quando è arrivato i miei figli sono scoppiati in un pianto di felicità. Il cane si è già affezionato e dorme col ragazzo più grande – continua – ; la piccola, invece, con il suo arrivo ha vinto la paura degli animali».

Ma ora, a qualche settimana di distanza, è stata comunicata la decisione del magistrato: i cuccioli, pur restando sotto sequestro, devono essere restituiti e continueranno l’affidamento con altre persone ossia chi li aveva acquistati. «Avendoli pagati hanno più diritto di noi che li stiamo amando e curando, spendendo anche tanti soldi?» si domanda Karen Paviotti, un’altra affidataria.

«La decisione del magistrato è inaccettabile; poteva prendersi qualche giorno in più prima di affidarli – aggiunge Omar, supportato da Laura, Tania e Maria Grazia, altri affidatari – . Tra l’altro, stiamo facendo una cosa utile alla Regione perché ci facciamo carico delle spese veterinarie e di mantenimento che altrimenti dovrebbe sostenere il canile. Faremo di tutto perché restino con noi». Le famiglie coinvolte hanno fatto fronte comune contattando l’avvocato pordenonese Alessandra Marchi, coordinatrice del Movimento animalista del Friuli Venezia Giulia e responsabile regionale Lega italiana difesa animali e ambiente.

«La Procura ha disposto il cambio di custodia pur mantenendo il sequestro a favore delle famiglie che hanno sostenuto di aver pagato i cuccioli – dichiara l’avvocato –. Una decisione anomala, che è più unica che rara e della quale non comprendiamo le ragioni. Queste famiglie si sono rese disponibili ad adottarli e a sostenere l’impegno di curarli.

I cani tuttora non stanno bene, si tratta di cuccioli portati via anzitempo alle loro madri e che hanno subito un viaggio terrificante. Un’ulteriore movimentazione in questo momento porrebbe la loro vita in pericolo. Valutata la precarietà della salute degli animali e il rischio a cui andrebbero incontro mi auguro si possa fare un passo indietro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I commenti dei lettori