Festa e assembramento senza mascherina e in macchina senza motivo: sedici sanzionati

PORDENONE. Nell’ambito dei controlli finalizzati al contenimento della diffusione della pandemia da Covid-19 durante le festività di fine anno, i carabinieri della Compagnia di Sacile hanno sanzionato sedici persone.

A Prata i militari hanno sorpreso a bordo di autovettura due 34enni bosniaci (uno residente in provincia di Treviso) non conviventi e sprovvisti di mascherine protettive. È stato loro contestato il divieto di spostamento tra regioni e il mancato utilizzo della mascherina (sanzioni da 373,33 + 280 euro se pagate entro 5 giorni). I due si sono giustificati dicendo di essersi incontrati per passare insieme le festività e fare la spesa.

Il primo gennaio, pochi minuti dopo lo scoccare della mezzanotte, i carabinieri hanno notato un 21enne cittadino moldavo, residente a Sacile, che senza alcun giustificato motivo circolava a bordo della sua autovettura in via Topaligo.

Sempre il 1° gennaio al 112 è giunta la segnalazione di un assembramento di giovani a Sedrano San Quirino, in via Casiol, all’interno di un appartamento in affitto a un militare della base Usaf di Aviano.

I militari della Stazione di Fontanafredda, unitamente ai colleghi della Radiomobile di Sacile, hanno appurato che effettivamente all’interno dell’appartamento erano presenti undici persone di età compresa tra 19 e 27anni (8 militari della base Usaf e 3 donne di Sacile, Caneva e Udine) non conviventi tra loro e sprovvisti di mascherine.

Questi ultimi hanno riferito, scusandosi, di aver organizzato una festa per l’arrivo del nuovo anno: sono stati redatti undici verbali per 280 euro a testa.

I carabinieri della stazione di Polcenigo, durante un servizio finalizzato ai controlli a Sacile, hanno notato in via Curiel un 20enne militare della base Usaf di Aviano proveniente da Conegliano che, sprovvisto di autocertificazione e giustificato motivo, ha dichiarato di essere andato a cercare un “military store” senza trovarlo, violando lo spostamento tra regioni e lo spostamento se non per giustificati motivi (verbale per complessivi 680 euro).

E, sempre il 1° gennaio, i carabinieri di Polcenigo hanno sorpreso una 19enne a bordo di autovettura nel piazzale del supermercato Bennet di Sacile, dove si trovava senza giustificato motivo.

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi