Vandali all'associazione sportiva: bruciati due trattorini

Luigino Muraro, presidente dell'associazione Paintball Fvg Red Light, che ha sede nell'ex polveriera Brunner Coseat di Codroipo, si dice amareggiato e spiega che si sono già verificati altri episodi analoghi. Il danno ammonta a mille euro

CODROIPO. Un atto vandalico è stato denunciato ai carabinieri della stazione di Codroipo dal presidente dell'associazione sportiva Asd Paintball Fvg Red Light. Nel periodo tra il 17 dicembre e il 2 gennaio, qualcuno si è introdotto all'interno del deposito della società sportiva dopo aver forzato la porta d'ingresso.

Una volta all'interno i vandali hanno incendiato due trattorini utilizzati per tagliare l'erba. Ad accorgersi dell'accaduto, nella giornata di domenica 3 gennaio, è stato il presidente del sodalizio, che si è rivolto ai carabinieri per sporgere denuncia. Il danno ammonta a circa 1000 euro.

Luigino Muraro, presidente dell'associazione Paintball Fvg Red Light, che ha sede nell'ex polveriera Brunner Coseat di Codroipo, si dice amareggiato e spiega che si sono già verificati altri episodi analoghi.

"In cinque anni che siamo qui - spiega - sono diverse le segnalazioni fatte alle forze dell'ordine, tra furti e atti vandalici, anche a danno di altre attività che se ne sono andate da quest'area, incustodita anche se recintata, proprio per questo motivo. In passato sono state rubate trentacinque pecore da un'azienda e avevano anche provato a dare fuoco alle arnie delle api. I titolari sono andati via.

Due anni fa è stata incendiata una balla di fieno mentre a noi, nei mesi scorsi, durante il periodo del lockdown, sono state tagliate tutte le strutture di gomma utilizzate per le attività. Un danno di oltre 12 mila euro. Ci hanno portato via anche tutte le parti di ferro degli attrezzi.

Adesso hanno dato fuoco ai trattorini per il taglio dell'erba. Hanno spaccato la porta del magazzino e il legno è stato utilizzato per accendere il fuoco ma prima hanno tolto la batteria dei mezzi per evitare un'esplosione. Questo significa che era tutto ben organizzato".

Il presidente Muraro esprime preoccupazione. "Tutto questo non ci aiuta. L'associazione vive soltanto grazie ai nostri iscritti. Non abbiamo sponsor esterni. Se l'obiettivo è quello di mandarci via ne risentiranno in parte anche le altre attività del territorio. I nostri iscritti e i partecipanti agli eventi che organizziamo arrivano a Codroipo e si fermano a pranzo o a dormire, anche per più giorni. Stiamo dando una mano al territorio. Non capiamo perché questo accanimento. Ora i 1000 euro per ricomprare i trattorini dovremo sborsarli di tasca nostra. Siamo veramente amareggiati".

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi