Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, altri 15 decessi nel Pordenonese: addio a don Mauro Leorin, ecco chi sono le altre vittime

Fra i deceduti don Mauro Leorin, ex insegnante e preside al Don Bosco. Contagi al Santa Maria degli Angeli, ricoveri dirottati

PORDENONE. Quindici decessi, in provincia, per il Covid-19. Chirurgia generale dell’ospedale in quarantena e prime vaccinazioni anche nelle case di riposo aggredite dal contagio.

Le vittime

All’ospedale di Pordenone ieri sono morti un 86enne di Maniago, Luigi Alietti, un 85enne di Pescincanna di Fiume Veneto, Nello Del Bel Belluz, un 80enne di Sacile, Gianbattista Feltrin, un 80enne di Azzano Decimo e Cesare Zanolin, 76 anni, di Polcenigo.

LEGGI ANCHE.È morto il commercialista Roberto Lunelli: positivo al Covid, aveva 76 ed era ricoverato in ospedale

Inserita nell’elenco anche Anna Dell’Osso, 90 anni, azzanese, deceduta il 3 gennaio. Sempre ieri tre decessi di ospiti della casa di riposo di San Vito: in pneumologia a Pordenone è morta Elvia Balutto, 75 anni, di San Martino di Tagliamento, nella struttura Michele Maniago, 89 anni, di Valvasone e Gina Piccolo Benvenuto, 93 anni, di San Vito, che lascia il figlio Cesare, ex dipendente dell’AsFo e conosciuto a livello nazionale nel settore del ciclismo perché apprezzato giudice di gara. All’ospedale di Spilimbergo sono mancati Ida Bettini, 91 anni, di Aviano, vedova del maresciallo dei carabinieri Delfino Lorelli; Maria Tosoni, 88 anni, della città del mosaico e una 77enne di Chions. Alla Rsa di Maniago è morto un 85enne di Pasiano.

A Sarone di Caneva è spirata Elda Sofia Stinat, 71 anni e nella casa per anziani salesiani di Castel di Godego (Treviso) è mancato don Mauro Leorin, 92 anni, insegnante al Don Bosco di Pordenone dal 1959 al 2014. Preside della scuola media salesiana, insegnante di inglese, capo scout, sciatore provetto, per trent’anni è stato animatore della casa estiva del Don Bosco in Valgrande di Padola. I funerali saranno celebrati martedì 12 gennaio alle 15 al Don Bosco dove, lunedì alle 19, sarà recitato un rosario.

IL CASO. Video negazionista nella parte sbagliata dell'ospedale, ora interviene la Regione: valutiamo denuncia e i danni


In ospedale
Ieri pomeriggio è stata disposta la quarantena per la chirurgia generale dell’ospedale di Pordenone per la positività di alcuni operatori. Il reparto, che accoglie una trentina di pazienti, è chiuso ai ricoveri fino al 16 gennaio. I nuovi ricoveri sono stati dirottati nel reparto di chirurgia breve. L’ospedale di Pordenone continua a rimanere sotto pressione mentre quello di Spilimbergo passerà da 25 a 30 posti letto entro lunedì.

Vaccinazioni
Ieri prime vaccinazioni alla casa di riposo Umberto I di Pordenone e in quella di San Vito al Tagliamento. Nella prima sono stati vaccinati 36 ospiti, nella seconda 78. Oggi sarà la volta di Aviano, Sacile e Maniago. La settimana prossima si conta di chiudere il primo round per gli ospiti che possono esprimere il consenso, quella dopo anche per quelli per cui necessita un amministratore.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi