Canciani rieletto all'unanimità alla guida della Figc regionale: «Ripartiremo solo se in sicurezza, ma servono aiuti per i dilettanti»

LIGNANO. La Figc regionale nel segno della continuità. L’ufficialità sul secondo mandato consecutivo di Ermes Canciani alla presidenza del Comitato regionale è arrivata alle 14.02 di oggi, sabato 9 gennaio, al villaggio Bella Italia di Lignano Sabbiadoro, dove si è svolta l’assemblea elettiva per il mandato 2021-2024.
 
 
Una formalità, se si considera che quella del presidente uscente del pallone friulano era l’unica candidatura, ma arrivata ugualmente con numeri importanti. A Lignano, infatti, erano presenti i rappresentanti di 171 società delle 234 aventi diritto di voto: il 73% dell’intero movimento dilettantistico regionale, che ha rinnovato all’unanimità (zero astenuti e zero contrari) la fiducia a Canciani.
 

Ermes Canciani rieletto alla guida della Lnd del Fvg

 
Partecipazione ben oltre le attese (tra le restrizioni per l’emergenza sanitaria è prevista una deroga nazionale per le assemblee elettive di organi federali), a conferma della chiara volontà di lanciare un messaggio di compattezza da parte del calcio regionale, rimarcato anche dalla presenza del direttore generale dell’Udinese, Franco Collavino (con lui anche il direttore amministrativo bianconero Alberto Rigotto), del presidente Mauro Lovisa del Pordenone, dei massimi dirigenti delle tre rappresentanti friulane di serie D (Filippo Fabbro della Manzanese, Vincenzo Zanutta del Cjarlins Muzane e Mauro Bressan del Chions) e dei vertici del Tavagnacco, rappresentante di punta del calcio femminile targato Fvg.
 
Dopo gli onori di casa del sindaco Luca Fanotto, ad aprire la seduta, che ha espresso all’unanimità il suo voto anche per la conferma di Cosimo Sibilia alla guida della Lega Nazionale Dilettanti, il Comitato regionale Figc ha voluto omaggiare con due riconoscimenti lo storico presidente del Caporiacco, Severino Carlo Narduzzi (è proprietario del campo sportivo dove gioca la squadra del paese, visto che fu lui a costruirlo su una sua proprietà che tuttora ospita l'attività sportiva societaria) e il calciatore Denis Godeas: l’ariete di Medea, classe 1975, è l’unico calciatore italiano ad aver realizzato più di un gol in ogni categoria e uno dei tre calciatori, assieme a Antonio Martorella e Marcello Diomedi, ad aver giocato e segnato in tutte le categorie italiane almeno un gol dalla Serie A alla Terza Categoria, ma con l’aggiunta (rispetto agli altri due) di aver segnato anche nelle coppe europee, più precisamente in Europa League.
 

La Lnd Fvg premia il bomber Godeas

 
Il presidente Ermes Canciani ha poi voluto dedicare un ricordo a tre persone del mondo del calcio prematuramente scomparse: Stefano Borghes, giocatore dell'Azzurra di Gorizia, «un bambino che non potremo mai dimenticare, il suo lutto sarà sempre un dramma per l’intera comunità», Claudio Rinaldi, storico cantore del calcio dei dilettanti per il Messaggero Veneto, «giornalista vero che raccontava come pochi altri le storie del nostro calcio» e Adriano Zucco, presidente del Piedimonte definito «uno di voi, uno che sapeva sempre lavorare ed essere un leader».
 
A prendere la parola è stato poi il numero 1 del Coni regionale, Giorgio Brandolin: «Sono qui tra amici, «Sono qui tra amici e mi fa piacere rivedere tante persone con le quali ho percorso parte della mia vita, non solo sportiva. La presenza dell’assessore allo sport regionale, Tiziana Gibelli, conferma che il gioco di squadra in Friuli Venezia Giulia è sempre stato una priorità: mondo dello sport e autorità locali sono sempre dalla stessa parte. Solo così possiamo pensare di affrontare questa situazione senza precedenti. Ci sono valori e situazioni che vanno oltre tutto: la salute delle persone e l’economia del paese. Vengono prima di tutto e vi ringrazio per aver capito questo. Siate orgogliosi di un mondo, quello del calcio, che ha saputo rappresentare meglio di chiunque altro la nostra regione».
 
L’assessore allo Sport del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, ha invece ammesso di avere «un debito d’onore con tre federazioni regionali, perché in momenti brutti come questo se non ci sono le persone capaci di assumersi la propria responsabilità, anche a rischio dell’impopolarità delle scelte, il gioco di squadra si frantuma. Ringrazio le federazioni di calcio, basket e pallavolo perché i loro presidenti hanno avuto il coraggio di fermare i campionati garantendo la salute dei loro atleti. La fascia più colpita è proprio quella adolescenziale e pensate cosa sarebbe successo se non ci fossimo fermati. Sono qui per riconoscenza verso il presidente Canciani, ma ringrazio tutti i presenti per aver condiviso questa scelta saggia. Mi auguro che questo sacrificio produca qualcosa di positivo e accorci i tempi per vedere la luce in fondo al tunnel».
 
Il nuovo Consiglio direttivo del quadriennio 2021-2024.
 
Presidente: Ermes Canciani (171 voti)
 
Consiglieri: Claudio Canzian, Domenico Nicodemo, Fabrizio Chiarvesio, Francesco Sciusco, Gastone Giacuzzo, Maurizio Rocco, Massimiliano Pali (calcio a 5).
 
Revisori dei conti: Michele Celotti, Enrico Dalla Torre, Gianluigi Romanin.
Sostituti revisori dei conti: Mario Giamporcaro, Federico Vignoni.
 
Delegati Assembleari. Claudio Colussi, Silvia Contardo, Michele Ianich, Marco Kerpan, Olindo Peretto, Roberto Vidoni. 
 
Votate all’unanimità anche le seguenti candidature nazionali:
Cosimo Sibilia (candidato presidente LND)
Ettore Pellizzari (Vice presidente Vicario LND)
Antonello Cattelan (Vice Presidente LND)
Florio Zanon (Consigliere Federale Area Nord)
Stella Frascà (Consigliere Federale)
Daniele Ortolano (Consigliere Federale)
Felicio De Luca (Componente Revisori dei Conti LND)
Gabriele Pecile (Componente Revisori dei Conti LND)
Sofia Pagin (Delegato Assembleare Settore Giovanile e Scolastico)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi