In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Si rischiano altri crolli Vigili del fuoco sui tetti

Avviato lo sgombero della neve sulla chiesa di Sappada All’ex Euroholz di Villa Santina si programma la bonifica

1 minuto di lettura

VILLA SANTINA

Proseguono a pieno ritmo da parte dei vigili del fuoco di Udine, supportati da squadre provenienti dagli altri tre comandi del Friuli Venezia Giulia e da un contingente di uomini e mezzi dall’Emilia Romagna e Lombardia, le operazioni di messa in sicurezza dei tetti e la rimozione della neve da strade e piazzali nelle principali località carniche, tra cui Sappada e Forni di Sopra. Il termine dei lavori, inizialmente previsto per la giornata di venerdì, è stato prorogato di qualche giorno per consentire di effettuare altri importanti interventi. In particolare ieri si sono avviate le complesse operazioni di messa in sicurezza della chiesa di Santa Margherita, la principale di Sappada, che ha visto impiegati diversi operatori Saf (Speleo alpino fluviali) regionali, capaci di operare con maestria anche ad altezze da brivido, che rendono le loro operazioni per certi aspetti pure spettacolari. I lavori, che consistono nel tagliare blocchi di neve depositata sul tetto e farla cadere, sono proseguiti nella giornata di ieri. Importantissimo anche il lavoro di sgombero neve dei volontari della Protezione civile giunti da varie parti della regione ad affiancare il personale comunale a Villa Santina, dove con ieri sono stati liberati anche tutti i marciapiedi e oggi arriverà una fresa dalla Protezione civile regionale che consentirà anche di allargare alcune strade rimaste strette durante la pulizia neve. Dopo le tre nevicate, spiega il sindaco, Domenico Giatti, sono stati rimossi ben 5 mila metri cubi di neve. «Quantitativi che – ammette il primo cittadino – mai il Comune sarebbe riuscito a sgomberare con le sue sole forze. Il Comune ha già fatto domanda alla Regione di un ristoro di 70 mila euro per le spese neve». Si rende più complicato del previsto invece l’intervento al capannone ex Euroholz dove l’attuale proprietà, la Segheria Fratelli De Infanti di Ravascletto, sta valutando come muoversi dopo il crollo parziale del tetto mercoledì notte causato dalla tanta neve caduta nei giorni precedenti: «I vigili del fuoco – spiega Bjorn De Infanti– mi hanno detto che non possono intervenire, perché all’attualità non sono attrezzati per farlo su un’estensione così vasta, cioè 8 mila mq, oltretutto su una struttura non agibile. Abbiamo consultato le previsioni meteo per i prossimi giorni e almeno non sembrano prevedere ulteriori nevicate o precipitazioni. Stiamo ragionando su come intervenire in concreto per mettere il capannone in sicurezza nei prossimi giorni». —



I commenti dei lettori