Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, altre dieci vittime e record di ricoveri nel Pordenonese: ecco chi sono

Trasferiti da Aviano, sono stati accolti all’ospedale di Gorizia Tra i ricoverati per Covid migliora il direttore di Unindustria

PORDENONE. Si allunga la catena di decessi e di ricoveri, a causa del Covid-19, in provincia. All’ospedale di Pordenone ieri è morta Luigia Fabbro, 92 anni, di Spilimbergo, ospite della locale casa di riposo. Della città del mosaico è mancata anche una donna di 91 anni, a sua volta ospite dell’istituto. Vittima anche una donna di Fontanafredda di 86 anni.

Era di San Giorgio della Richinvelda Angela Angotti, 82 anni, deceduta ieri al Santa Maria degli Angeli. Altra vittima di ieri Franco Bianchet, 75 anni di Cordenons, morto all’ospedale del capoluogo. Domenica all’ospedale di Pordenone era mancata Amabile Tesan, 96 anni di Spilimbergo. Era, invece, originaria di Tramonti di Sopra Graziella Gambon di 78 anni, ricoverata all’ospedale di Pordenone. Due le vittime a Sacile. Aveva 89 anni Maria Battistella Cigagna, che aveva gestito l’edicola in via Curiel.

È mancato anche Mario Michelini di 82 anni. Domenica è morta Antonia Toneguzzo, 83 anni, ospite della casa di riposo di Spilimbergo. Annotata nell’elenco della Regione anche la morte di Primo Tassan Caser, 71 anni, di Aviano. Erano positive, poi, due donne che domenica sono morte della Casa di Riposo Umberto I di Pordenone. Norma Portello aveva 85 anni, era di Porcia ed era affetta da altre patologie. Era risultata positiva solo il giorno prima del decesso, invece, Egle Puiatti, di 91 anni di Pordenone. Nella struttura proseguono i controlli giornalieri e ieri alcuni ospiti sono risultati negativizzati.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi