Giovane gestiva lo spaccio di droga da casa: rinvenuti soldi, droga e un macete

SACILE. La Polizia locale di Pordenone-Cordenons ha dato seguito ad una attività delegata dalla Procura della Repubblica, perquisendo un’abitazione a Sacile e rinvenendo diverso materiale illegale.

Nell’ambito dei controlli dei parchi cittadini, gli agenti hanno fermato nel mese di novembre due ragazzi diciottenni. Uno di loro era stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana e segnalato alla Procura della Repubblica come assuntore.

All’altro ragazzo non era stato rinvenuto nulla, ma il suo modo di comportarsi e la sua sicurezza hanno destato sospetti negli operatori. Grazie ad una veloce attività d’indagine, è scattata la perquisizione a carico di D.F.N. nell’abitazione dove risiede con la sua famiglia, a Sacile.

Oltre agli agenti di Pordenone, sono stati coinvolti la Polizia locale di Sacile e l’Unità cinofila di San Michele al Tagliamento. Grazie anche al cane antidroga Conan, sono state rinvenute diverse dosi di marijuana, oltre mille euro di proventi derivanti dall’attività di spaccio e suddivisi in banconote da piccolo taglio, bilancini di precisione, barattoli e buste sottovuoto con residui di sostanze illegali.

Inoltre sono stati trovati un macete e un bastone estensibile in metallo, simile a quelli in uso alle forze dell’ordine. Il ragazzo è stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo d’armi. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi