Furti in concessionaria, arresti e perquisizioni

Le indagini sono coordinate dal pubblico ministero della procura di Pordenone, che ha richiesto ed ottenuto dal gip i provvedimenti restrittivi

PORDENONE. È in corso dalle prime ore di mercoledì 13 gennaio tra il Friuli Venezia Giulia e la Lombardia, un’operazione condotta dalla polizia di Pordenone, che sta eseguendo, unitamente alle Squadre mobili di Milano e Monza-Brianza, due ordinanze di custodia cautelare in carcere e due perquisizioni ad altrettanti indagati in stato di libertà, nei confronti di quattro cittadini balcanici, tre moldavi e un ucraino, residenti in Lombardia, specializzati in furti in danno di autoconcessionarie.

Le indagini, coordinate dal pubblico ministero della procura di Pordenone, che ha richiesto ed ottenuto dal gip i provvedimenti restrittivi. Le attività investigative hanno avuto inizio la notte del 16 settembre 2020, quando dei ladri, dopo aver danneggiato la recinzione esterna, si introducevano all’interno del piazzale della società «AdriaRent» da dove asportavano cruscotti e componentistiche d’auto per un valore complessivo di circa 15 mila euro, accessori rimossi da Bmw e Mercedes, di proprietà della società di autonoleggio.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi