Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, ricoverata in ospedale muore a 49 anni: il ricordo di Manuela e delle altre vittime in Friuli Venezia Giulia

UDINE. Una lunga catena di dolore, di lacrime e di addii a distanza, senza la possibilità di una parola, una carezza, un cenno di ringraziamento per quello che queste vite sono state e hanno insegnato. Anche ieri, lunedì 11 gennaio, in provincia di Udine e Pordenone, l'elenco delle vittime si è allungato.

Sedegliano, comunità in lutto per l'alpino Pasqualini
Comunità in lutto per la morte di Erminio Pasqualini, che avrebbe compiuto 83 anni a marzo, colonna portante del gruppo degli alpini di Grions, del quale era anche il fondatore. La sua scomparsa è avvenuta domenica all’ospedale di Gemona per complicanze subentrate in seguito a un intervento sostenuto il mese scorso all’ospedale civile di Udine dove, come racconta la figlia Nelly Pasqualini, era diventato positivo al Covid.


Erminio aveva fondato il gruppo degli alpini di Grions e partecipava a tutte le manifestazioni e le iniziative che riguardavano le penne nere, tanto che alla famiglia sono giunte le condoglianze per la sua morte da tutta Italia. 

Dignano piange l'ex consigliere comunale Buiatti
È morto all’ospedale di San Daniele dove era ricoverato da mercoledì Albano Buiatti. Aveva appena superato un recente problema di salute quando è stato contagiato dal virus che in pochi giorni gli è stato fatale. Persona molto conosciuta, aveva 81 anni e si distingueva per i mille interessi che coltivava, per la sua grande generosità e per aver sostenuto con il volontariato tutte le attività sociali e parrocchiali del suo paese.

È stato più volte anche consigliere comunale dal 1985 al 1990 con i sindaci Franco Zolli e Rudi Orlando e dal 1999 al 2004 con il sindaco Alberto Cojutti. Buiatti era un cultore della lingua friulana, un appassionato della storia e delle tradizioni. Ecco chi era Albano Buiatti. 

Majano, è morto l'ex presidente della latteria turnaria
Si è spento in ospedale a San Daniele, dov’era stato ricoverato lo scorso 7 gennaio positivo al Covid, Pietro Giorgiutti. Classe 1923, era stato presidente della latteria sociale turnaria di Majano centrale e della Cassa mutua. Con lui se ne va un altro pezzetto di storia del paese, un protagonista del secondo dopoguerra e del boom economico. Il 97enne lascia la moglie Ida e i figli Marisa e Mauro che gli renderanno l’estremo saluto giovedì alle 15 nella chiesa parrocchiale di Majano, dove la salma giungerà dalla casa funeraria “Memoria” di Buja alle 14.30 per la recita del rosario. Qui il ritratto

Gemona, ancora un decesso in casa di riposo
La casa di riposo di Gemona registra ancora una vittima colpita da Covid. Si tratta Ines Truant, mancata venerdì a 93 anni e i cui funerali sono stati celebrati ieri pomeriggio in duomo.

Ines Truant viveva da poco più di tre anni nel soggiorno per anziani di Gemona e una decina di giorni fa era stata colpita dal virus. A sentire i familiari, l’anziana non soffriva di particolari patologie ma di certo il Covid ha colpito duramente il suo fisico provato dall’età: la famiglia, in accordo con i gestori della casa di riposo non ha voluto trasferirla in ospedale per non farle affrontare spostamenti e garantirle l’assistenza degli operatori sanitari che conosceva fino all’ultimo giorno. Il ricordo di Ines. 

Clauzetto, muore 48 ore dopo il marito: lui era risultato positivo al Covid
Se ne sono andati a due giorni di distanza l'uno dall'altro, Sergio Mander e Vilma Bulian, rispettivamente di 89 e 83 anni, marito e moglie, vittime lui del coronavirus, lei di una grave malattia cardiaca.

Uniti dallo stesso destino, quello che più sessant'anni fa li aveva fatti incontrare e innamorare e che anche adesso, nel momento più drammatico, non ha voluto interrompere il loro lungo cammino assieme. Nato a Bucarest, dove la sua famiglia di Solimbergo si era temporaneamente trasferita per ragioni di lavoro (il padre era piastrellista), Sergio Mander, dopo avere frequentato i primi anni della scuola elementare in Romania, era rientrato in Friuli con la famiglia per stabilirsi nella frazione sequalsese. Ecco la storia di Sergio e Vilma

In provincia di Pordenone

Era molto conosciuto a San Vito al Tagliamento Corrado Tavan, morto ieri nel reparto di medicina dell’ospedale di Pordenone. Era uno degli autisti volontari che si metteva a disposizione di chi aveva bisogno di trasporti sociali. Lo ricordano in città come una persona sempre pronta a aiutare gli altri. 

Era molto conosciuto a San Vito al Tagliamento Corrado Tavan, morto ieri nel reparto di medicina dell’ospedale di Pordenone. Era uno degli autisti volontari che si metteva a disposizione di chi aveva bisogno di trasporti sociali. Lo ricordano in città come una persona sempre pronta a aiutare gli altri.

Sempre all’ospedale di Pordenone è morta anche una donna di Cordenons, Manuela Magris, 49 anni, con patologie pregresse. Era ospite dell’Anffas a Pordenone.

Viveva a Meduno Pierina Paveglio, 92 anni, mancata domenica nel reparto medicina Covid dell’ospedale di Pordenone. Nello stesso reparto sempre domenica è mancato anche un uomo di 82 anni di Spilimbergo. Nella medesima data, nel reparto di pneumologia Covid dell’ospedale di Pordenone, è morto Alfredo Giuseppe Spagnolo, 81 anni, di Porcia. Nell’elenco figurano anche un uomo di Pordenone di 76 anni, morto nel reparto di medicina Covid dell’ospedale cittadino, e una donna di 87 anni di Pordenone deceduta all’ospedale di Spilimbergo. Qui il punto di Pordenone

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi