Contenuto riservato agli abbonati

"La sanità a misura di paziente": il Covid si porta via il dottor Pagano, medico di mille battaglie

Il dottor Pagano incatenato davanti al tribunale durante una protesta. Nel riquadro, una sua foto recente

I primi di gennaio aveva contratto il coronavirus. «Basta con la massificazione dei pazienti e le visite in batteria», amava ripetere

UDINE. Il Covid-19 si è portato via il dottor Salvatore Pagano, 79 anni, noto in Friuli e non solo per le sue battaglie in favore di una sanità dal volto umano. Battaglie portate avanti anche con manifestazioni estreme: incatenamenti in luoghi pubblici e sciopero della fame. Era affetto dal coronavirus, oltre che da patologie pregresse, e si è spento all’ospedale di San Daniele.

Originario di San Cataldo in provincia di Caltanissetta, laureato in medicina e chirurgia a Palermo nel 1967 (si specializzerà in cardiologia a Padova nel ’70), in Friuli arrivò come militare.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, il presidente di Moderna: "Dobbiamo vaccinare il mondo intero"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi