Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, lo storico macellaio, il medico dalle mille battaglie e la signora dello sport: ecco chi sono le ultime vittime in Friuli

UDINE. Una lunga catena di dolore, di lacrime e di addii a distanza, senza la possibilità di una parola, una carezza, un cenno di ringraziamento per quello che queste vite sono state e hanno insegnato. Anche ieri, martedì 19 gennaio, in provincia di Udine e Pordenone, l'elenco delle vittime si è allungato.

Addio al dottor Pagano, medico di mille battaglie
Il Covid-19 si è portato via il dottor Salvatore Pagano, 79 anni, noto in Friuli e non solo per le sue battaglie in favore di una sanità dal volto umano. Battaglie portate avanti anche con manifestazioni estreme: incatenamenti in luoghi pubblici e sciopero della fame. Era affetto dal coronavirus, oltre che da patologie pregresse, e si è spento all’ospedale di San Daniele. Lo ricordiamo così

Pontebba piange il suo storico macellaio: è morto Anzilutti
Pontebba piange il suo storico macellaio. È morto a 70 anni Francesco Anzilutti, per mezzo secolo dietro al bancone del negozio di via Roma. È deceduto il 15 gennaio nell’ospedale di San Daniele, ed era risultato positivo al Covid-19. Nato a Pontebba nel 1950, ha raccolto il testimone da nonno Romano e papà Antonio. Quest’ultimo, assieme alla moglie Beatrice Pelizzo, ha condotto la macelleria – che nel 2019 ha festeggiato i suoi primi 100 anni di storia – da inizio anni Trenta e fino al 1973, prima di cedere l’attività ai figli Francesco e Giovanni. Dopo la morte di quest’ultimo, nel 1998, il fratello ha continuato a portare avanti la tradizione di famiglia fino al 2006, anno in cui è andato in pensione. Il ricordo della sua famiglia in queste parole. 

Mondo del basket in lutto, è morta Ade Monorchio
Dopo quella di Marzio Di Prampero, il mondo del basket provinciale piange la scomparsa di un'altra figura di spicco. Le complicanze del Covid si sono portate via Ave Maria "Ade" Monorchio, 72 anni, dirigente di riferimento del Torre, figura discreta, ma indispensabile nell'attività giovanile del club assieme al presidente e marito Fulvio, "Fuffo" per tutti, Silvani. Ecco chi era

Le altre vittime in provincia di Pordenone
Sono sette i decessi legati al Covid-19 in provincia di Pordenone registrati tra ieri e lunedì. A Pravisdomini si piange la seconda vittima del virus: è Giuseppina Mores, di 81 anni, che abitava nella frazione di Barco. È mancata nella sua abitazione e lascia il marito Ruggero Pitton e i figli.«Registriamo purtroppo il secondo decesso a causa del Covid-19 sul territorio - afferma il sindaco Davide Andretta -. Ci stringiamo attorno alla famiglia alla quale progiamo le condoglianze e facciamo un augurio a tutti i malati. Stiamo vivendo un momento di picco dei contagi nel nostro comune.

Confidiamo che i prossimi giorni ci portino notizie positive».Ieri all'ospedale di Pordenone è morto un uomo di 89 anni di Cordenons, Francesco Zanardo. Nel reparto di pneumologia dell'ospedale di Pordenone lunedì si è spento Rino Rosa, 90 anni, di Casarsa della Delizia, che soffriva di patologie pregresse. Nei reparti di medicina Covid dell'ospedale di Pordenone sono morte due donne del capoluogo di provincia, una di 84 e una di 83 anni.

Aveva 76 anni un uomo di Meduno morto lunedì al Santa Maria degli Angeli.Nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale cittadino è mancata una donna di 71 anni. Nello stesso nosocomio è deceduta anche Maria Della Palma, 83 anni, di Fossalta di Portogruaro. Per anni insieme con il marito Luciano Polo Friz aveva gestito il bar di fronte all'ospedale.I funerali saranno celebrati a Fossalta di Portogruaro. Qui il punto dalla Destra Tagliamento

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi