Un focolaio all’asilo: contagiati sette adulti e dieci bambini

PASIANO. Focolaio Covid alla scuola dell’infanzia paritaria San Benedetto di Rivarotta: diciassette al momento i positivi tra adulti e bambini. La scuola è stata chiusa e sono state subito attivate le procedure del caso.

Dal primo giro di tamponi sono risultati positivi sette adulti tra il personale della scuola e dieci bambini. L’amministrazione Piccinin segue da vicino la situazione ma fortunatamente al momento non si segnalano casi gravi.

«Le prime avvisaglie le abbiamo avute tra il 14 ed il 15 gennaio – dice il coordinatore della scuola, Ennio Piccinin –. Le prime positività le abbiamo riscontrate su due adulti del personale della scuole seguite dopo un paio di giorni da altri tre casi di adulti che lavorano nella scuola.

Allora in accordo con il Dipartimento di prevenzione dell’Asfo abbiamo deciso il tampone per tutti. Al momento risultano positivi sette adulti e dieci bambini». La scuola conta cinque sezioni per un totale di 90 bambini.

«Sempre in accordo con il Dipartimento abbiamo scelto di chiudere l’intera scuola anche se una sezione non ha contato alcun caso – sottolinea Piccinin –. Abbiamo già fatto sanificare l’intera scuola e la procedura sarà ripetuta appena prima della ripartenza. Vogliamo essere sicuri che non ci siano altri casi riconducibili in qualsiasi modo alla scuola, l’obiettivo è ripartire in sicurezza per quanto possibile».

La scuola dovrebbe rimanere chiusa sino al 3 febbraio, mentre già la prossima settimana ci sarà un secondo giro di tamponi. Dall’inizio dell’anno scolastico la scuola di Rivarotta aveva contato solo un caso in una sezione nel mese di novembre: un bambino e la maestra quindi solo una sezione aveva sospeso per alcuni giorni la frequentazione dell’asilo. La scuola di Rivarotta ha investito molto in termini economici per mettere in sicurezza la scuola per l’inizio dell’anno scolastico.

«Non ci tiriamo indietro per la salute dei nostri bambini – aggiunge Piccinin – e già da ora posso dire che la scuola si impegna ad andare incontro ai genitori per il pagamento della retta per questo periodo di forzata assenza. Ci rendiamo conto dei disagi ma tutto è fatto per la sicurezza di tutti».

Nessun problema invece per le altre scuole del territorio comunale. «La situazione della scuola di Rivarotta non ha alcuna ripercussione sulle altre scuole del territorio –, assicura l’assessore ai servizi scolastici Marta Amadio –. All’inizio dell’anno scolastico infatti abbiamo organizzato il trasporto degli scolari secondo linee dedicate affinché ogni scuola avesse il suo pulmino. Al termine di ogni corsa vengono attivate tutte le procedure di sanificazione».

In questo modo si evita ogni “contaminazione” tra scuole. Sabato 23 si terranno come da programma le presentazioni on line delle scuole dell’infanzia paritarie: dalle 10.30 alle 11.30 alla Gesù Bambino del capoluogo, mentre nel pomeriggio dalle 16 alle 17 San Benedetto di Rivarotta. –


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi