Il bollettino: 258 casi e 26 decessi, in terapia intesiva 61 ricoverati. Stanziati 6 milioni per sport e cultura - Tutti gli aggiornamenti

Aggiornamento ore 15. Il dettaglio del bollettino. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, nel settore delle residenze per anziani sono stati rilevati 16 casi di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali, mentre gli operatori sanitari risultati contagiati all'interno delle stesse sono in totale 5.

Sul fronte del Sistema sanitario regionale (Ssr), da registrare nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale la positività al Covid di un infermiere; nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina di un terapista della riabilitazione, un infermiere, due operatori socio sanitari e un medico.

Infine, si registra la positività al virus di una persona rientrata dal Bangladesh.

Aggiornamento ore 14.30. Il bollettino. Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.212 tamponi molecolari sono stati rilevati 192 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,68%. Sono inoltre 779 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 66 casi (8,47%). I decessi registrati sono 21, a cui si aggiungono 5 pregressi afferenti al mese di gennaio; i ricoveri nelle terapie intensive sono 61 mentre quelli in altri reparti scendono a 579.

I decessi complessivamente ammontano a 2.444, con la seguente suddivisione territoriale: 555 a Trieste, 1.185 a Udine, 543 a Pordenone e 161 a Gorizia. I totalmente guariti sono 52.670, i clinicamente guariti salgono a 1.581, mentre le persone in isolamento scendono a 10.586.

Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 67.921 persone con la seguente suddivisione territoriale: 13.577 a Trieste, 29.945 a Udine, 15.453 a Pordenone, 8.131 a Gorizia e 815 da fuori regione.

Aggiornamento ore 13.30. Stanziati sei milioni per sport e cultura. Contributi a fondo perduto e incentivi sulla base di progetti di valenza regionale, per un totale di 6 milioni di euro. Sono le principali misure a sostegno della ripartenza di sport e cultura in Friuli Venezia Giulia, previste dal disegno di legge 122, approvato oggi da tutte le forze politiche in Consiglio regionale. Ecco tutti i dettagli.

Aggiornamento ore 12.30. Città Fiera e l'interpretazione del Dpcm. Il Santo Patrono va considerato come una festività? La risposta vede divisi Prefettura e Regione e i dubbi mettono in stallo il Città Fiera: il 3 febbraio è San Biagio, protettore di Martignacco, e i negozi potranno aprire oggi e domani? Ecco l'interpretazione prevista per il santo Patrono.

Aggiornamento ore 11.30. Le linee guida per lo sci. È prevista per questa settimana la riunione del Comitato tecnico scientifico nella quale gli esperti esamineranno il protocollo messo a punto dalle Regioni per la riapertura degli impianti sciistici (al momento stabilita per il 15 febbraio). Ecco le richieste delle regioni al Cts.

Aggiornamento ore 10.30. Chi sono le ultime vittime. Una lunga catena di dolore, di lacrime e di addii a distanza, senza la possibilità di una parola, una carezza, un cenno di ringraziamento per quello che queste vite sono state e hanno insegnato. Anche ieri, lunedì 1 febbraio, in provincia di Udine e Pordenone, l'elenco delle vittime si è allungato. Qui i loro ritratti.

Aggiornamento ore 8.30. Colpiti più uomini e over 50. Rispetto all’andamento nazionale, in Friuli Venezia Giulia il Covid-19 ha provocato più decessi nella seconda ondata, in particolare dallo scorso dicembre al 15 gennaio quando si registravano circa 150 morti a settimana. Un numero molto alto rispetto al dato registrato, nello stesso periodo, nel resto del Paese. Ecco il report dell'Iss.

Aggiornamento ore 7.30. La situazione a Udine.  Il Covid non molla la presa. Nell’ultima settimana monitorata dalla Protezione civile, dal 25 gennaio al primo febbraio, sono morte 31 persone residenti in città risultate positive al coronavirus. In media sono quindi decedute 4,42 persone ogni giorno. La drammatica conta dei morti non si arresta anche se l’Rt regionale è diminuita tanta da far scattare in tutta la regione la zona gialla. Da inizio pandemia, soltanto a Udine, se ne sono andate 220 persone. E a lottare contro il virus ci sono adesso 1.176 udinesi, 29 in più della settimana scorsa. Ma attenzione perché negli ultimi sette giorni i nuovi casi sono stati 330, più di 47 ogni 24 ore. Qui tutti gli aggiornamenti su Udine.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi