Contenuto riservato agli abbonati

Un grave incidente, poi le lunghe cure per sette anni: giovane mamma muore a 48 anni

PRAVISDOMINI. Saranno celebrati alle 15 di venerdì, 5 febbraio, nel duomo di Sacile, i funerali di Viviana Baldo, mancata a 48 anni all'ospedale di Pordenone dopo essere rimasta per sette anni in stato vegetativo, a causa dei gravissimi danni cerebrali riportati in un incidente avvenuto a a Fagnigola il 2 dicembre 2013.

Viviana, che all'epoca viveva a Pravisdomini col marito Gianni Siddi, carabiniere, e il figlio Nicolò e lavorava come commessa alla Lidl di Prata, era andata a sbattere contro la colonna di cemento di una recinzione mentre andava a lavoro.

É mancata a causa di una polmonite, non causata dal Covid-19. Per i primi quattro anni successi all'incidente era stata curata in diversi ospedali e la famiglia l'aveva anche fatta visitare a Innsbruck da un esperto di neuroriabilitazione delle persone colpite da ictus e coma. Da tre anni era la stessa famiglia a occuparsi della donna. Oltre al marito e al figlio, Viviana lascia la mamma Donatella, il fratello Alberto, il nonno Renato e la suocera Anna.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi