Contenuto riservato agli abbonati

I primi 10 comuni per positivi, decessi e guariti. Nei paesi più piccoli si muore di più, il virus colpisce soprattutto in montagna 

UDINE. Meno contagi negli ultimi sette giorni ma il numero dei decessi ancora troppo alto mostra la vulnerabilità del Friuli Venezia Giulia. L'invito alla prudenza e al rispetto delle regole arriva anche dal presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, che ha fatto il punto della situazione della pandemia in regione (qui le sue parole).

Il Covid colpisce ancora e soprattutto la montagna Pordenonese. È qui che si registra la maggiore incidenza di positivi con il caso Cimolais che, da tre settimane, resta il primo paese in regione con 76 contagi ogni 1.000 abitanti in base ai dati aggiornati al'8 febbraio forniti dalla Protezione civile regionale. 

Al secondo posto c'è Tramonti di Sopra con 64,2 seguito da Magnano in Riviera, unico comune della provincia di Udine nell’elenco dei primi dieci, con l’incidenza di 48,6 casi (in ribasso rispetto ai dati della scorsa settimana). Presentano un incidenza superiore a 30 Andreis (39 rispetto ai 49,6 di sette giorni fa), Maniago (35,5) Frisanco (34,1), Claut (33,8). Seguono Sgonico e Dorbedò del Lago, rispettivamente con 31,3 e 29,1. A chiudere la decina c'è Erto e Casso con 28,4 positivi per 1000 abitanti. 

I contagi in provincia di Udine
Sul fronte dei contagi, in provincia di Udine è il capoluogo friulano che registra 1.174 casi Covid. Segue Tavagnacco con 169 contagi. Negli ultimi sette giorni si registra un incremento di San Daniele che dalle ultime posizioni balza terzo con 158 positivi e Cividale del Friuli che ne registra 150. Ancora alto il numero dei positivi 
a Codroipo che registra il segno più con 140 casi. Meno positivi invece a Martignacco (140 sette giorni fa, ora 110). Sotto il centinaio invece ci sono Buja (94) e Gemona del Friuli (91). 

I contagi in provincia di Pordenone
In Provincia di Pordenone, il dato che spicca è quello del capoluogo con 660 positivi, seguito da Maniago con 419, Spilimbergo con 251, Cordenons con 240, Porcia con 216, Sacile con 185, San Vito al Tagliamento 167, Azzano Decimo 157 e Fiume Veneto che crolla a 134. Meno contagi in tutta la provincia, quindi, ma soprattutto ad Azzano Decimo (157) e Brugnera (153)

La situazione in regione per numero assoluto di positivi
È Trieste il comune con il numero maggiore di persone positive al coronavirus: 4.054. Udine registra una situazione tutto sommato stabile con 1.174 contagiati (due in meno rispetto a una settimana fa) mentre cala ancora il dato a Pordenone che tocca quota 602 casi. A Monfalcone ce ne sono 436, a Maniago 419, a Gorizia 304, a Cordenons 240, a Spilimbergo 251, a Muggia 220. Chiude la decina il comune di Porcia che registra 216 positivi. 

Numero dei decessi (su mille abitanti)
Il comune di Ampezzo è quello in cui si registra una maggiore incidenza di decessi ogni mille abitanti: 15,5. Superiore a 10 anche a Monrupino (nell’area triestina, 14.8) e a Magnano in Riviera con 12,3. Restano alti i numeri di Paluzza - colpita soprattutto nella prima ondata con la casa di riposo - con 9,7, Clauzetto con 10,3. Seguono Aiello del Friuli con 9,7 e Barcis con 7,7. Numeri in rialzo per Tramonti di Sopra che segna un 8,4 decessi per mille abitanti. Poco meno fanno Tramonti di Sotto (7,3) e Moggio Udinese (7,2). 

Il numero dei guariti (su mille abitanti)
Secondo i dati forniti dalla Protezione civile regionale, si concentrano soprattutto in montagna i numeri delle persone guarite. A Cercivento l’incidenza è di 127,9 guariti ogni mille abitanti, a Sutrio il dato è di 123,3, a Sappada di 93,4. Risale Claut con 86,6 guariti per mille abitanti, seguito da Santa Maria la Longa che registra 84,8, Andreis (81,6), Paluzza (81,4), Magnano in Riviera con sono 76 i guariti su mille abitanti, poi ancora troviamo Tolmezzo (75,8) e Tarcento con 75,3. 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi