Scontro fra ciclisti, uno aveva bevuto: nei guai per guida in stato di ebbrezza

I carabinieri hanno anche sorpreso un automobilista con un tasso alcolemico sei volte superiore al limite. Militare si schianta contro il palo: guidava un’auto con targa radiata e senza assicurazione: maximulta

SACILE. Che si guidi una bicicletta, un monopattino o un’auto, il tasso alcolemico non può superare la soglia di 0,50 grammi per litro. È il caso di un ciclista sacilese di 55 anni, denunciato per guida in stato di ebbrezza. Sabato scorso, verso le 19.40, si è scontrato con un altro ciclista, un 35enne romeno, sulla pista di via San Michele a Sacile ed è rimasto ferito a una spalla. I carabinieri dell’aliquota radiomobile di Sacile hanno accertato che il 55enne aveva bevuto: 0,97 grammi per litro all’alcoltest.

Illeso l’altro ciclista All’arrivo dei carabinieri i due si stavano incolpando reciprocamente di aver invaso l’altrui corsia. Non è stato possibile stabilire le responsabilità perché le bici erano già state rimosse e non c’erano segni del punto d’impatto.

In zona gialla i carabinieri della compagnia di Sacile hanno intensificato i controlli per la sicurezza stradale: 5 le denunce per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche in quattro giorni. Il record del tasso alcolemico è stato raggiunto, però, a Marsure di Aviano, sempre sabato sera.

Qui i carabinieri della stazione di Polcenigo, verso le 21.30, hanno rilevato un incidente stradale in via Vittorio Emanuele. Al volante di una Fiat Bravo un 49enne avianese si era schiantato contro un muro. Trenta i giorni di prognosi e 3,17 grammi per litro il tasso alcolemico, sei volte oltre la soglia limite. La patente è stata ritirata e l’auto sequestrata.

Domenica i carabinieridi Aviano in via Mazzini hanno sorpreso dopo la mezzanotte un militare americano di 33 anni al volante di una Fiat Punto con un tasso alcolemico di 1,49, l’aliquota radiomobile di Sacile ha trovato un altro soldato Usa di 23 anni con un tasso di 2,22: a causa dell’eccessiva velocità, con l’asfalto bagnato, si era schiantato con l’auto contro un palo della luce. Fra l’altro è emerso che la targa apparteneva a un veicolo già radiato per esportazione e l’auto non era assicurata né immatricolata.

Maximulta da 3.400 euro al militare. Zigzagava al volante su un rettilineo in via Leopardi a Fontanafredda. Il controllo della locale stazione è scattato verso le 18.30. Il conducente palesava equilibrio precario, difficoltà nell’eloquio e l’alito sapeva di alcol, ma ha rifiutato l’alcoltest. I militari dell’Arma hanno messo sotto sequestro l’auto e lo hanno denunciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi