Contenuto riservato agli abbonati

In galleria la moto si schianta contro un'auto: muore un ragazzo di 18 anni, l'amico di 22 è in condizioni disperate

Hamza Achaq e, a lato, l’intervento dei soccorsi sul luogo dell’incidente, che si è verificato nella galleria all’altezza di Braulin

TRASAGHIS. Un morto, un ragazzo di soli 18 anni, e un ferito in gravissime condizioni, un giovane di 22 anni. È il bilancio di un incidente stradale accaduto nel pomeriggio di venerdì 19 febbraio lungo l’ex strada provinciale 36, all’interno della galleria tra Trasaghis e Bordano, all’altezza della frazione di Braulins.

Hamza Achaq, diciottenne di origini marocchine residente a Gemona, ha perso la vita. Tra pochi giorni, il prossimo 22 febbraio, avrebbe compiuto 19 anni. In condizioni molto critiche l’amico, Cristian Borgobello, 22 anni, di San Daniele.

La dinamica dell’incidente è ancora da chiarire. I due giovani, in sella a una motocicletta di grossa cilindrata, stavano viaggiando lungo l’ex strada provinciale 36 provenienti da Bordano e diretti verso Braulins. Alla guida del mezzo, secondo la ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, c’era il diciottenne gemonese.

A un certo punto la moto si è scontrata con un’automobile che stava sopraggiungendo dalla direzione opposta. L’impatto, frontale, è stato particolarmente violento.

I due giovani, Hamza Achaq e Cristian Borgobello, sono rovinati a terra riportando gravissimi traumi e ferite. Immediata la chiamata ai soccorsi da parte di alcuni automobilisti.

L’arrivo degli operatori sanitari è stato tempestivo. La centrale Sores di Palmanova ha subito inviato sul posto due ambulanze e l’automedica. Dalla base di Campoformido è decollato anche l’elicottero del 118, atterrato poco distante dal luogo del tragico incidente.

Le condizioni dei due feriti sono apparse subito molto gravi. Il personale sanitario ha tentato a lungo di rianimare il diciottenne ma non c’è stato nulla da fare. Il ragazzo è morto sul posto.

È in condizioni disperate l’amico ventiduenne, trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine. Ferito ma in modo non grave, invece, il conducente della vettura, un sessantasettenne residente a Bordano.

Immediato anche l’intervento dei vigili del fuoco di Gemona, che hanno provveduto a rimuovere tutti i detriti sparsi sulla carreggiata e a spostare i mezzi dalla strada.

I rilievi sono stati effettuati dai carabinieri delle stazioni di Gemona e di Buia assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Tolmezzo. L’ex provinciale 36 è rimasta a lungo chiusa al traffico veicolare, in entrambe le direzioni di marcia, per consentire tutte le operazioni di soccorso. Inevitabili i disagi per molti automobilisti.

Appresa la notizia della morte del diciottenne, il sindaco di Gemona, Roberto Revelant, esprime ai familiari la vicinanza di tutta la comunità. —


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi