Contenuto riservato agli abbonati

«Quel palazzo cade a pezzi» e arriva l’ingiunzione a otto eredi in lite da decenni

SACILE. Doppia cintura di transenne e obbligo di verifica statica per il rudere di palazzo Pignat in Campo Marzio che cade a pezzi: l’ordinanza del sindaco Carlo Spagnol raggiunge otto eredi in lite da decenni.

La segnalazione sul rischio sicurezza per la circolazione di pedoni e veicoli in Campo Marzio era stata inoltrata in municipio dall’ex conigliere Gianfranco Zuzzi con il Movimento CapS e ha messo in moto i sopralluoghi, allargati anche al vicino palazzo in via Pelizza dove cadono calcinacci dai muri.


«Eliminare i fattori di rischio dell’immobile in Campo Marzio per la circolazione – ordina il sindaco Spagnol agli eredi – e installare nuove transenne.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi