Il bollettino: 468 casi e 11 decessi, cala l'indice di positività in Fvg - Tutti gli aggiornamenti

Il bollettino. Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.899 tamponi molecolari sono stati rilevati 327 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,54%. Sono inoltre 2.180 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 141 casi (6,46%). I decessi registrati sono 11; i ricoveri nelle terapie intensive sono 62 mentre quelli in altri reparti risultano essere 355. I casi totali sono 468.

I decessi complessivamente ammontano a 2.834, con la seguente suddivisione territoriale: 638 a Trieste, 1.415 a Udine, 594 a Pordenone e 187 a Gorizia. I totalmente guariti sono 61.663, i clinicamente guariti 1.989, mentre quelle in isolamento oggi risultano essere 9.568. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 76.471 persone con la seguente suddivisione territoriale: 14.729 a Trieste, 35.035 a Udine, 16.810 a Pordenone, 9.010 a Gorizia e 887 da fuori regione. 

A Latisana rinviata la giornata dei vaccini: cresce la rabbia dei medici di base. Slitta la giornata di sperimentazione dei vaccini in programma a Latisana per sabato 6 marzo nel piazzale dell’ex stazione ippica e promossa dai medici della medicina generale dell’Aft, l’aggregazione funzionale territoriale della Bassa friulana, composta da una ventina di professionisti in servizio nei comuni di Latisana, Lignano, Palazzolo, Pocenia, Precenicco, Rivignano Teor e Ronchis.

Destinatari delle 500 dosi di vaccino già concordate con l’Azienda sanitaria di riferimento, altrettanti ultra 80enni, tra i circa 9 mila residenti nella Bassa Friulana. Ecco cosa è successo.

Dpcm, ecco le nuove regole: resta il limite dei 30 chilometri, stretta per visite ad amici e parenti e restrizioni per parrucchieri. Il nuovo decreto del governo Draghi: quando ci si può spostare tra Regioni? Le regole, già in vigore. Sì alle uscite entro 30 chilometri dai comuni fino a 5.000 abitanti. No alle trasferte nelle abitazioni affittate dopo il 14 gennaio. Restano le autocertificazioni. Previsti controlli successivi. Ecco le regole punto per punto.

Tre ricoveri nella stessa famiglia: il padre muore, i due figli si salvano. Sarebbe dovuta essere una giornata come tante, contraddistinta solamente dal freddo intenso che portano i giorni della merla, e invece si è trasformata in un momento che ha cambiato per sempre la vita di una famiglia, mettendola a dura prova e segnandola col dolore profondo della perdita di un componente.

Il 28 gennaio per Ilenia, 48 anni, Cristian, 47, e papà Giorgio Rossi, 78, di Montereale Valcellina inizia la “lotta” contro il Covid. I due fratelli ce l’hanno fatta, ma non il loro papà: il 22 febbraio il virus se l’è portato via. Qui la loro storia.

La Slovenia passa da arancione a zona rossa, Lubiana: «Possibile che la variante inglese si sia diffusa dal Fvg». I numeri non mentono e preoccupano: a Lubiana fanno sospettare addirittura che il peggioramento sia dovuto alla vicinanza con il Friuli Venezia Giulia. E allora il passaggio dall’arancione al rosso appare inevitabile. È questo il destino della Regione Costiero-carsica, in Slovenia, a ridosso dell’Italia, dove da oggi sono in vigore nuove restrizioni – ma con molte possibili eccezioni - a causa del quadro epidemiologico tutt’altro che tranquillizzante. Ecco il punto della situazione.

Chi è Sandra Gallina, la funzionaria friulana che all’Ue tratta sui vaccini e criticata da Burioni. Del warholiano quarto d’ora di celebrità, regalatole suo malgrado giovedì 25 febbraio da un poco generoso tweet di Roberto Burioni, la bujese Sandra Gallina avrebbe fatto volentieri a meno.

Il ruolo che riveste (è direttrice generale alla Salute della Commissione nella Unione europea) e che l’ha fatta finire nel mirino del virologo le impone pure il rispetto di rigidi protocolli in termini di comunicazione. Lei ha risposto con un commento piuttosto laconico, affidato alle agenzie. Ma ecco chi è la funzionaria friulana e di cosa si occupa.

Ecco quali sono gli oltre trenta i punti in Fvg dove si somministrano le dosi. E Riccardi apre al vaccino russo Sputnik. Oltre trenta punti di somministrazione per la vaccinazione anti-Covid 19 e il loro numero è destinato ad aumentare. A oggi sono le sedi ospedaliere e distrettuali, alle quali si sommano altri luoghi, come la Fiera di Udine, disseminati sull’intero territorio regionale da Tarvisio a Latisana, da Sacile a Trieste.

Nelle sedi diverse da quelle ospedaliere si somministrano esclusivamente i vaccini AstraZeneca, e a seguire quelli di altre case farmaceutiche, che non richiedono modalità di conservazione del farmaco particolari, ma ai quali basta un semplice “frigorifero”; viceversa i più complessi da maneggiare, continueranno ad essere utilizzati solo in alcuni specifici centri. Qui per approfondire.

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana Resinovich: le parole del marito Sebastiano

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi