Contenuto riservato agli abbonati

I gioielli immobiliari di Caffaro in vendita al miglior offerente

In liquidazione anche l’ex caserma dell’Arma e quella della Guardia di finanza. Il Centro informazione e liquidazione non è nella lista, forse è già stato assegnato

TORVISCOSA. Il commissario straordinario di Caffaro Chimica Srl, Caffaro Srl, Snia Spa e Immobiliare Snia, Marco Cappelletto, da corso alla liquidazione dei beni immobili, i “gioielli” del patrimonio immobiliare che la società possiede a Torviscosa, Cesano Maderno, Colleferro, Magenta, e altre città, «al miglior realizzo». Pone il liquidazione anche crediti erariali per 12, 5 milioni.

Le offerte dovranno essere presentate entro le 12 del 30 marzo allo studio del notaio Francesco Candiani di Venezia. Ma la sorpresa di questa di questa messa in liquidazione (prima erano state effettuate diverse aste) è la mancanza dalla lista del Centro informazione e documentazione (Cid), multifunzionale adibito a convegni, archivio ed esposizioni e una torre panoramica adiacente, confermando così le voci che sarebbe stato venduto, ma di ufficiale ancora nessuno sa nulla.

Ricordiamo che per il Cid era stato firmato un contratto di comodato d’uso per 15 anni, e sul quale l’amministrazione comunale di Torviscosa ha effettuato interventi grazie ad un contributo europeo di 816 mila euro.

Tra i beni immobili posti in liquidazione ci sono: l’ex caserma dei carabinieri, con quattro alloggi e le quattro abitazioni dell’ex Guardia di finanza; il bar, mensa e foresteria “Ristoro”; due unità abitative, una in piazza del Popolo e una in via Vittorio Veneto. Tanti i lotti messi in liquidazione all’interno del sito industriale, come i terreni e gli immobili dell’ex cloro-soda, le Torri Jensen, l’area di stoccaggio Oleum stoccaggio zolfo e cortecce, le discariche interne, l’area agricola Casali Banduzzi, il capannone officine, la sottostazione elettrica Meduno, un terreno con fabbricato sede dell’ex Biofuel.

Ci sono poi anche diversi terreni ubicati nel territorio comunale, fabbricati e capannoni in via Vittorio Veneto. Nella nota informativa pubblicata sui maggiori quotidiani nazionali, l’avvocato Cappelletto rimarca che alcuni di questi lotti sono ricompresi nel Sin Caffaro di Torviscosa.

Per questi lotti, con delibera del 16 ottobre 2020 la giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato l’Accordo di Programma «per la realizzazione degli interventi di risanamento ambientale del Sito di Interesse Nazionale di Caffaro Torviscosa» sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare.


 

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi