Il traguardo di Michela: a 24 anni è la prima laureata con doppio titolo italiano e austriaco

Michela Bearzi, 24 anni, di Pozzuolo del Friuli, è la prima laureata con il massimo dei voti del corso di laurea magistrale in International marketing, management and organization, attivato nel 2018 dal Dipartimento di Scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine. Grazie all’accordo tra l’ateneo friulano e la Carinthia University of Applied Science (Cuas) di Villaco, Bearzi ha ottenuto il doppio titolo di studio in International marketing, management and organization e International business management. A un numero selezionato di studenti, l’accordo tra le due università dà l’opportunità di conseguire una doppia laurea, valida in Italia e in Austria, dopo aver frequentato un semestre e sostenuto l’esame finale nell’università partner.

Bearzi è rimasta a Villacco da settembre 2019 ad aprile 2020, completando anche un tirocinio in Austria, nell’ambito della ricerca. Un’esperienza «preziosa ed entusiasmante», ricca di esperienze sul campo: «Per un esame, ad esempio, abbiamo creato un piano per aiutare un’azienda di Villacco ad aprirsi al mercato statunitense. Se giudicato eccellente, il piano sarebbe stato adottato dall’azienda», racconta. La neo dottoressa ha discusso una tesi dal titolo “Leadership and employee demotivation: the case of generation y employees” , con co-relatori i docenti Daniel Pittino e Dietmar Sternad, rispettivamente dell’università di Udine e della Carinthia University. La tesi è nata da un’indagine sia in Austria sia in Italia su dipendenti giovani, dai 20 ai 35 anni.


«Per contrastare la bassa motivazione al lavoro, per la mia generazione è importante essere coinvolta nei processi decisionali, operare in lavori di squadra, e ricevere feedback», spiega Bearzi. Il percorso di studi di questa laurea magistrale è organizzato in lingua inglese: «Si tratta – sottolinea Andrea Moretti docente di Economia e gestione delle imprese e responsabile dell’accordo di doppia laurea – di un’opportunità di realizzare un’esperienza di qualità all’estero. Il Cuas rientra tra le Fachhochschulen del sistema universitario austriaco, in cui viene posta molta enfasi su discipline e didattica orientate alla dimensione professionale, in linea con l’approccio del nostro percorso di laurea magistrale, fondato su didattica partecipativa e forte relazione con le imprese».

«Con questo percorso internazionale di studi – evidenzia il direttore del Dipartimento, Andrea Garlatti – due delle quattro lauree magistrali del nostro Dipartimento consentono di conseguire il doppio titolo, ponendoci in primo piano rispetto all’offerta didattica internazionale in Ateneo». Bearzi adesso lavora come insegnante e sta frequentando un Master in filosofia del digitale, ma spera presto di rientrare nel mondo della ricerca.

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi