Rubò migliaia di libri rari dalle biblioteche per un valore di 80 mila euro: denunciato

UDINE. Nel corso degli anni era riuscito a creare, a casa sua, con certosina pazienza, una fornitissima biblioteca, con migliaia di rari e costosi manuali e volumi scientifici universitari, per un valore di circa 80.000 euro.

Solo che per procurarsi i libri, un quarantottenne di Dolo (Venezia), li rubava da biblioteche pubbliche e universitarie.

Nella tarda mattinata di lunedì 1 marzo personale in borghese della Polizia locale è finalmente riuscito ad incastrare l’uomo e, dopo averlo perquisito, a trovare nascosti in uno zaino tre libri appena presi della biblioteca comunale di Venezia «Vez».

I volumi sottratti alla Vez dal quarantottenne sono però in tutto una ventina, gli altri sono stati trovati all’interno della sua abitazione, con altre migliaia di pubblicazioni, rubate nelle biblioteche universitarie di Udine, Venezia, Padova, Ferrara e in quelle pubbliche di Venezia, Mestre, Spinea, Bassano, Martellago, Mira, Padova, Borgo Valsugana, Mirano, Scorzè, Castel Tesino, Ponte San Nicolò, Mogliano Veneto, San Donà di Piave, Portogruaro, Abano Terme, Noale e Vicenza.

L’uomo è stato nel frattempo deferito all’autorità giudiziaria per i reati di furto pluriaggravato e continuato e di ricettazione.

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi