Carro armato sbaglia mira e centra un allevamento di galline: morti numerosi animali

PORDENONE. Un carro armato dell'Esercito, impegnato in un'esercitazione di tiro, in un poligono riservato alle Forze armate sul torrente Cellina, ha sbagliato mira e ha centrato un allevamento di galline di Vivaro.

L'incidente si è verificato nel pomeriggio di mercoledì 17 marzo, ma il titolare dell'azienda agricola, Edoardo da Re, si è accorto degli ingenti danni provocati dal colpo soltanto nella mattinata di giovedì 18, entrando nel capannone.

Numerose galline sono morte nello scoppio e nel crollo di una parte del manufatto che le ospitava. La Procura di Pordenone ha aperto un'inchiesta. Indagini in corso da parte dei carabinieri: i carri armati impegnati nell'esercitazione - sarebbero almeno 4 - sono stati posti sotto sequestro. A sparare sarebbe stato un centauro, un autoblindo cacciacarri.

La zona dove si trova l'allevamento è alla prima periferia del paese.

Da quanto apprende l'Ansa, l'incidente si è verificato durante un'esercitazione notturna della Brigata Pozzuolo del Friuli, in cui erano impegnati congiuntamente il Genova Cavalleria e i Lagunari di Venezia. I militari non si sarebbero accorti immediatamente dell'errore perché il colpo non ha innescato alcun incendio.

Le indagini della Procura di Pordenone dovranno chiarire perché il «Blindo centauro» ha sparato in direzione del centro abitato, visto che l'area riservata ai tiri si trova in direzione opposta.

 

Video del giorno

Foggia, la gioia di Francesca per i primi passi con l'esoscheletro bionico con cui può tornare a camminare

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi