Contenuto riservato agli abbonati

È stato individuato l’autoblindo. Il pm: mira sbagliata di 40 gradi

Gli inquirenti ipotizzano un errore di puntamento o di coordinate rispetto alle prove mattutine

VIVARO. La procura di Pordenone ritiene di avere le idee più chiare su quale dei quattro mezzi blindati Centauro impegnati nell’esercitazione notturna del 17 marzo al poligono del Cellina-Meduna abbia esploso il colpo di cannone piombato sull’allevamento di galline in via di Viera a Vivaro.

Gli inquirenti ritengono di aver appurato che nel puntare il cannone la mira è stata sbagliata di circa quaranta gradi su una traiettoria di 1.300

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi