Incendio boschivo nella zona della Val Calda: mobilitati vigili del fuoco e protezione civile

TAIPANA. Un incendio di ampie proporzioni, estesosi su una fascia boschiva di circa 600 metri di lunghezza per 100 di larghezza, si è sviluppato - lunedì 5 aprile - nella zona della Val Calda, poco sotto la frazione di Monteaperta di Taipana e a breve distanza dall'edificio di un'ex locanda, da poco nuovamente abitato.

Erano all'incirca le 9.30 quando le prime colonne di fumo hanno richiamato l'attenzione di alcune persone su quanto stava accadendo: immediata la segnalazione alle forze del soccorso, sopraggiunte nel giro di breve tempo.

Al lavoro decine di unità, tra i vigili del fuoco del Distaccamento di Gemona, squadre di volontari della protezione civile dai Comuni di Taipana, Attimis, Nimis e Tarcento, personale delle stazioni di Attimis e Tarcento del Corpo forestale e l'elicottero della protezione civile di Tolmezzo, oltre ai carabinieri della stazione di Taipana.

«Le fiamme, sulle cui origini andranno ora eseguiti accertamenti - spiega il sindaco di Taipana, Alan Cecutti, che non appena informato dell'accaduto si è recato sul posto -, si sono allargate su una dorsale, proprio sotto i tralicci della linea dell'alta tensione.

La pronta segnalazione e la rapidità dell'intervento hanno permesso di contenere i danni, circoscrivendo l'incendio: la tempestività dell'azione si è rivelata fondamentale, perché il vento era piuttosto sostenuto e avrebbe dunque potuto provocare una consistente estensione del fuoco in direzione di Monteaperta, considerato il fatto che il sottobosco è ancora quasi completamente secco».

Anche per questo motivo i controlli sono proseguiti fino a pomeriggio inoltrato, nonostante già dalle 14 l'area fosse considerata in sicurezza.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi