Ressa al Distretto per fare il vaccino, deve intervenire la polizia locale: "Troppa gente, anziani fuori al freddo"

SACILE. Ressa per le vaccinazioni anti-Covid: sono arrivati gli agenti della polizia municipale in via Ettoreo. «La segnalazione di assembramenti nel polo vaccinale è arrivata poco dopo le 9 – ha riferito il comandante Stefano Antonel –. Abbiamo presidiato immediatamente l’area per invitare alla distanza sociale di sicurezza anti contagio tanti anziani e accompagnatori in fila».

Circa cinquanta anziani e parenti erano in fila a fisarmonica, sferzati dal vento freddo. «La situazione si è normalizzata e alle 12 si sono concluse le operazioni vaccinali – ha assicurato il comandante Antonel –. Anche questa mattina controlleremo gli spazi esterni del centro vaccini, dove transitano anche i veicoli delle celle mortuarie».


Tutta colpa di Pasquetta: le vaccinazioni anti Covid sono saltate il Lunedì dell’Angelo. «Alle 9.30 sono stati concentrati tutti gli utenti che erano finiti in agenda a Pasquetta e questo per una probabile svista nella programmazione sanitaria – ha avvisato il comitato No tagli alla sanità –. Tanti anziani sono andati a Pasquetta e hanno trovato la porta chiusa per festività e poi rinviati: tutti insieme agli utenti che avevano appuntamento regolare». Un caos. «Scene di ordinaria vaccinazione – ironizza A.P., presente in fila –. Appuntamenti vaccinali sommati di due giorni e quelli di Pasquetta sono stati rinviati senza alcuna comunicazione. Tantio ultraottantenni sono rimasti al freddo in fila e in piedi per ore. Possibile che non si trovi uno spazio pubblico ampio e dedicato?» .

Il polo vaccinale di massa ha una sede ipotetica nella palestra del liceo Pujati, in via Stadio: oggi pomeriggio il consiglio d’istituto metterà ai voti la concessione all’Azienda sanitaria. Con la fumata nera del parlamentino scolastico, la scelta della futura “hub” potrebbe orientarsi ai capannoni di Cornadella: l’azienda Garbellotto ha dato la disponibilità. «Auspichiamo una soluzione favorevole all’uso della palestra scolastica che è stata individuata dall’Asfo come sede ottimale, per il secondo polo vaccinale esterno al presidio sanitario – sottolinea il sindaco Carlo Spagnol –. Quale utilità abbiano le polemiche politiche sulla definizione dei siti vaccinali è un grande dubbio: mi riferisco alle parole dei Fratelli d’Italia. In questo momento serve unità per affrontare il problema e superare la pandemia».

Il bollettino dei contagi si aggiorna con 64 positivi al Covid e 67 in quarantena a Sacile. «Oltre alla vita delle persone il Covid sta compromettendo e minacciando la sopravvivenza di molte attività economiche – valuta Spagnol –. E il futuro dei giovani».

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi