Contenuto riservato agli abbonati

Udine, in città ci sono 57 supermercati. La giunta Fontanini: è stato il Centrosinistra ad aprire 21 market

L’analisi dell’assessore Ciani dopo le polemiche per il recupero dell’ex Dormisch. L’offerta commerciale arriva infatti a un totale di oltre 110 mila metri quadrati di superficie, senza contare le piccole attività di cosiddetto vicinato che hanno una dimensione inferiore a 250 metri.

UDINE. Sono 59 i market presenti nel capoluogo friulano dove ogni residente ha a disposizione più di un metro quadrato di negozio solo per sé. L’offerta commerciale arriva infatti a un totale di oltre 110 mila metri quadrati di superficie, senza contare le piccole attività di cosiddetto vicinato che hanno una dimensione inferiore a 250 metri.


Dei 59 supermercati, 12 rientrano nella categoria dei grandi centri con oltre 1.500 metri di superficie commerciale e 47 in quella della media distribuzione. Gli uffici di Palazzo D’Aronco sono al lavoro per censire anche tutti i piccoli negozi alimentari che, come detto, non sono compresi nei 110 mila metri quadrati complessivi, 75 dei quali dedicati al settore non alimentare.

Insomma, l’offerta commerciale a Udine non manca di certo anche se, prendendo in considerazione solo la grande distribuzione, il capoluogo (che ha a disposizione 68 mile metri) viene superato da molto comuni dell’hinterland nel rapporto tra residenti e metri quadrati commerciali. Basti pensare che il solo Città fiera di Martignacco può contare su circa 140 mila metri quadrati, mentre a Reana ce ne sono 90 mila, a Tavagnacco 72 mila e a Remanzacco 30. Il Comune con la più alta concentrazione di offerta commerciale per abitante è Villesse che ha 1.636 residenti e 80 mila metri quadrati di grande distribuzione.

Se l’ambizione del capoluogo è quella di sviluppare il centro commerciale naturale nel cuore della città, è chiaro che l’area di riferimento va ben oltre i confini comunali abbracciando un bacino d’utenza molto più ampio.

La possibilità che nell’ex Dormisch venga realizzato l’ennesimo supermercato ha però portato a una polemica politica con l’opposizione che ha chiesto soluzioni alternative.

«Io sono abituato a ragionare sulla base dei fatti - dice l’assessore all’Edilizia privata, Alessandro Ciani - e i dati dimostrano come nei dieci anni di amministrazione Honsell abbiano aperto 21 nuovi market di medie dimensione quindi fino a 1.500 metri per un totale complessivo di 6.951 metri quadrati non alimentari e 10.408 alimentari.

Aperture avvenute sulla base di un piano regolatore votato dal centro sinistra. Faccio quindi fatica ad accettare critiche per la possibile apertura di un market da mille metri nell’ex Dormisch dove il piano approvato dai nostri predecessori consente di realizzare fino a 1.500 metri commerciali. Anni di inerzia ci hanno portato ad avere una struttura in stato di abbandono da oltre 20 anni a ridosso del centro. Noi vogliamo risolvere il problema di sicurezza che abbiamo ereditato e per questo siamo in costante contatto con la proprietà. A breve cercheremo di capire se ci sono state proposte migliori e sostenibili e, nel caso, le valuteremo, ma di certo una soluzione va trovata ma deve essere concreta perché - conclude - le parole da sole non bastano».

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi