Contenuto riservato agli abbonati

Addio all’artista della fotografia Paolo Gallo: aveva 62 anni

Aveva lavorato per note riviste, il suo atelier era in via Roma. Gli amici: «Persona schiva e profonda. Era un intellettuale»


UDINE. Un intellettuale. Una persona profonda che sapeva coniugare arte, cultura, fotografia e comunicazione. Un professionista che non amava tecnologie e tecnicismi, ma che attraverso le immagini esprimeva concetti, significati. Questa “l’istantanea” con cui gli amici più cari ricordano il fotografo udinese Paolo Gallo mancato mercoledì 7 aprile a 62 anni a causa di una malattia di cui soffriva da tempo.

La sua anima creativa, negli anni, aveva potuto esprimersi in tanti modi diversi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Israele, ondata di gelo in Medio Oriente: Gerusalemme imbiancata dalla neve

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi