Contenuto riservato agli abbonati

Alleva lumache per creme di bellezza e altri cosmetici prodotti in mezzo mondo

Andrea Toffolon all’interno dell’allevamento di proprietà 

AVIANO. Creme di bellezza, sieri e altri cosmetici di lusso acquistati a Piccadilly e Manhattan, come in via Monte Napoleone a Milano o a piazza Navona, nella capitale, è probabile abbiano un’origine avianese, ricavati dalla bava delle chiocciole di “Elicitaly”.

Si tratta dell’eccellenza aziendale di Andrea Toffolon, giovane imprenditore poliglotta, con una laurea in scienze politiche, conseguita a pieni voti all’università di Trieste.

«Ho voluto chiamare la mia azienda “Elicitaly”, unendo elicicoltura e Italia» afferma Toffolon, che sin dal 2015, assieme ai genitori, si occupa dell’allevamento di chiocciole della specie Helix Aspersa Muller.

«Utilizzo appezzamenti aperti senza usare particolari mangimi o pesticidi chimici – sottolinea – . Le mie chiocciole vivono allo stato “brado” su due ettari di terreno, sorvegliate dalle telecamere e da Kyle, pastore tedesco che non mi lascia mai».

Il discorso di Andrea cade sul momento segnato dalla pandemia. «L’allevamento non ha risentito dei lokdown – osserva – . Per fortuna ho sempre reperito le sementi e quanto mi serviva. Anche il laboratorio che mi segue per la bava di lumaca è sempre stato disponibile».

E aggiunge: «Le vendite di chiocciole hanno subito un calo per la soppressione di tanti mercatini. Per fortuna ho acquisito molti clienti negli anni, grazie a loro e al passaparola ho tamponato le perdite. Spero che il mercato riprenda presto in presenza». L’unico ramo aziendale crollato è la ristorazione cui Toffolon ha venduto «davvero poco».

Nel frattempo ha allargato le conoscenze su mercati dove confida di rafforzarsi nei prossimi anni. «Ho curato maggiormente il mio sito web e attuato delle modifiche in azienda, stringendo relazioni con altre realtà locali – puntualizza – . È importante cooperare con varie aziende della pedemontana e promuovere il territorio».

Nei prossimi mesi Andrea Toffolon prevede uno sviluppo del commercio on line. «Causa il covid e la soppressione dei mercati domenicali, sempre più clienti che abitano lontano, acquistano dal sito web – sostiene – . Per chi non può frequentare l’allevamento posto molte foto sui social. Il contatto diretto con le persone, rimane comunque la soluzione migliore».

Il giovane imprenditore spera presto, Covid permettendo, di poter nuovamente aprire le porte dell’allevamento per visite guidate «che, anche in un recente passato, hanno coinvolto associazioni, famiglie e non solo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi