Fondi a chi è in difficoltà dai Comuni del Torre

POVOLETTO

Su delibera dell’assemblea dei sindaci, il Servizio sociale dei Comuni del Torre ha preso in carico la gestione della seconda parte di contributi statali per misure urgenti di solidarietà alimentare. Su un importo totale di circa 223 mila euro, quasi 136 mila sono finalizzati a coprire esenzioni e agevolazioni relative ai pasti portati a domicilio a beneficiari meno abbienti.


«La somma rimanente, pari a poco meno di 88 mila euro – spiega l’assessore alle politiche sociali di Povoletto, Bruna Tracogna –, è riservata alla distribuzione di buoni spesa, negli 11 Comuni dell’area di riferimento, a cittadini individuati in base a una serie di criteri, che spaziano dalla residenza alla riduzione della capacità economica per effetto della pandemia; per avere il contributo non si deve superare una determinata soglia nelle entrate di marzo».

È valutato anche il patrimonio mobiliare al 31 marzo. I buoni spesa variano da 230 a 920 euro in rapporto al numero di componenti del nucleo familiare e possono essere usati entro luglio. Il bando, in vigore 3 settimane, sarà emesso lunedì; l’attività informativa e di supporto alla compilazione e presentazione delle domande sarà a cura dell’Ufficio competente del Servizio sociale dei Comuni del Torre.

«È già stato pubblicato – rileva Tracogna – il bando per incentivi a sostegno dei canoni di locazione. Le istanze andranno presentate entro il 23 aprile tramite portale sui siti internet dei Comuni dell’Ambito territoriale del Torre». —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi