Contenuto riservato agli abbonati

Rt e incidenza ogni 100 mila abitanti in calo, la Regione potrebbe uscire dalla zona rossa

Il miglioramento della situazione è testimoniato anche dal -23% dei casi registrati e dalla diminuzione dei tamponi positivi complessivamente accumulatisi in proporzione al totale dei test (scesi al 13%). Le note dolenti riguardano ancora il tasso di occupazione degli ospedali

UDINE. Scende ancora l'Rt del Friuli Venezia Giulia, così come l'incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti e dunque adesso la Regione, stando a quanto assicurato la scorsa settimana da Massimiliano Fedriga dopo il colloquio con il ministro Roberto Speranza, spera di lasciare la zona rossa a partire da martedì 13 aprile.

Nella bozza di monitoraggio settimanale, infatti, l'Rt medio passa da 0.98 a 0.79 con l'incidenza di casi ogni 100 mila abitanti - da verificare comunque venerdì con i dati aggiornati - pari a 219, quindi sotto la quota-limite di 250 che vale l'automatica conferma della zona rossa.

Il miglioramento della situazione, inoltre, è testimoniato anche dal -23% dei casi registrati e dalla diminuzione dei tamponi positivi complessivamente accumulatisi in proporzione al totale dei test (scesi al 13%).

Le note dolenti, invece, riguardano ancora il tasso di occupazione degli ospedali: le terapie intensive restano al 46% del totale, quelle in area medica scendono invece dal 53% al 47%. Entrambi i parametri restano quindi sopra la soglia limite ministeriale fissata, rispettivamente, al 30% e

al 40%.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi